Utente 125XXX
Salve a tutti..
Il mio problema consiste nel raggiungere e mantenere un erezione potente. Sono un bel ragazzo ma questo problema mi butta decisamente sotto terra..
Le erezioni mattutine sono normali, tuttavia ho notato a volte anche durante l'autoerotismo che tendo a perdere l'erezione in poco tempo se non continuo a stimolare adeguatamente la parte; durante i rapporti sessuali la stessa cosa, durante il cambio di posizione perdo rigidità (probabilmente perchè prima non raggiungo la rigidità massima) e per poter continuare necessito di stimolare il pene quando la ragazza è li che sta aspettando..e non è il massimo credetemi.
Qualche mese fa presi delle soluzioni naturali di erboristeria, ora non ricordo nemmeno come si chiamassero ma mi sembra fossero a base di guaranà.. non so se per effetto placebo o che cosa, sta di fatto che in quel periodo (1 mese) rimasi sorpreso perchè il pene aveva ripreso a funzionare molto bene. Sono perfettamente al corrente che tra medicina ed erboristeria non corre buon sangue, nel senso che un medico mai si sognerebbe di consigliare intrugli da erboristeria.. cmq se l'effetto è quello che avevo ottenuto non ci penserei 2 volte prima di riprovarci..
Insomma, io ho 25 anni e sembro essere il ragazzo ideale (scusate la modestia :D ) poi però negli ultimi 2 anni a letto succede che faccio cilecca (non ho una ragazza fissa ma qualche avventura ogni tanto) e quindi la mia "reputazione" cala vertigginosamente..
"Gola" sessuale non mi manca, nel senso che mi fa sempre molto piacere vedere un bel sedere, ma il problema rimane appunto quello che ho descritto.
Forse un deficit di testosterone?
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Da quello che lei descrive ,ci troviamo ,verosimilmente,in presenza di un problema da ansia da prestazione. Le consiglio di consultare un andrologo perchè una visita preventiva è sempre utile ,inoltre ,il collega de visu potrà valutare più accuratamente la sua problematica e darle i giusti consigli per risolverla.

distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dott. De Siati la ringrazio per la tempestiva risposta; in effetti sono sempre andato con ragazze molto forti caratterialmente e probabilmente a livello inconscio si è creata in me un'ansia da prestazione per la paura di non riuscire a soddisfarle come avevano fatto i loro partner precedenti...
Forse se mi ritrovassi una ragazza timida davanti avrei meno problemi ;)
Saluti