Utente 134XXX
Sono un ragazzo di 37 anni e circa 5gg fa ho avuto un rapporto orale passivo non protetto con una sconosciuta.
Dopo circa 48 ore iniziavo ad avvertire pesantezza all'inguine e testicoli e aumento della frequanza di minzione (ma senza bruciori o perdite anomale) , il medico mi ha consigliato una terapia di ciproxin 500mg 2 volte al giorno per 10 gg per evitare di sviluppare Clamidia e Gonorrea.
Vorrei avere conferma della terapia e comunque sapere se le probabilità di trasmissione di queste ed altre malattie veneree sono o meno elevate nei rapporti orali.
Premesso inoltre che eseguirò i test per hiv (a 15 gg e 3 mesi) ed epatiti vorrei anche sapere se è vero che le probabilità di trasmissione delle suddette malattie sono comunque minime in questo tipo di rapporto.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
La trasmissione delle malattie veneree per via orale anche se meno frequente non è da sottovalutare ,lo dimostra il fatto che lei abbia contratto una uretrite dopo rapporto orale non protetto. Proprio perchè la trasmissione di queste malattie non è infrequente per via orale sono stati messi in commercio dei profilattici specifici per i rapporti orali. I farmaci più attivi nel trattamento delle clamidie sono le tetracicline ,ma anche la ciprofloxacina può essere efficacemente adoperata.

Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Egr. Dott. De Siati

approfitto della sua disponibilità per chiederle se al termine del ciclo prescrittomi sarà necessario effettuare esami specifici ed eventulamente quali ed in che modalità.

Grazie mille per l'attenzione dedicatami e la rapidità nella risposta.

Distinti saluti