Utente 121XXX
salve,gentilissimi dottori volevo avere delle delucitazioni su una ecografia prostatica, eseguita per via transrettale con sonda biplana,mostra una ghiandola di volume aumentato(l.mm41 x a.p.mm29 x t.mm49)che presenta una ecostruttura caratterizzata dalla presenza di aree iperecogene frammiste ad aree ipo anecogene da riferire a flogosi e ad una grossolana area calcifica in sedeparamediana sn.congeste ed aumentate di volume si presentano le vescicole seminali.apparentemente integra appare la capsule prostatica.
dopo questo esame lo specialista mi ha fatto fare gli esami del sangue e spermiogramma nei quali ha riscontrato una piccola infezzione batteriologica nel liquido seminale,stafiloc.citreus 200 ufc/ml.che ha sottovalutato in quanto mi disse che si trattava di piccola entità, ma ugualmente mi ha prescritto augmentin x 6 giorni.
lo specialista mi ha rimandato dopo cura a 50 giorni,io comq sto avendo problemi di durate delle mie erezzioni,chiedo sono legate alla eventuale prostatite?
cordiali saluti e grazie per le eventuali risposte che mi darete

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le prostaititi sono associate a deficit erettivo in un 30% dei casi. A volte permane il disturbo erettile anche dopo la risoluzione della prostitite stessa. In tali casi si individuano fattori metabolici, ovvero ormonali, ovvero vascolari o psicologici. Pertanto ne parli col collega al controllo, che l' approccio che ha fatto al suo problema non fa una grinza
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
intanto grazie per la risposta al dr. cavallini
ma non ho capito fino a che punto mi debba preoccupare,suppongo che dalla sua risposta si tratta di prostatite,ora il punto è, si guarisce dalla prostatite? o me la riporterò per tutta la vita!fino a 3 anni fà non ho mai avuto problemi ne di prostata ne tanto meno di d.e. poi conseguentemente ad un intervento al ginocchio ho iniziato a fare bicicletta e piano piano ecco che arrivano disturbi del tipo arrossamento al glande,balanite e balanopostite e per ultimo deficit erettivo che debbo dire nell'ultimo periodo sta un po rientrando dopo la cura data dall'urologo e che poi io ho supportato con prodotti fitoterapici,tipo palma nana,aloe vero,the verde e propoli.
inutile dire che ho abbandonato completamente la bici preferisco andare a fare un pò di sano footing.
adesso dovrò andare a visita dall'urologo specialista che mi ha fatto la transrettale il quale mi aveva anticipato che mi doveva fare altri esami del tipo controllo dei corpi cavernosi e del penineo,comunque lui mi parlava di calcificazzioni dovute ad una prostatite antica, se ho avuto la prostatite io non mene sono mai accorto,non ho mai avuto dolori di alcun genere,soltatnto in alcune occasioni dopo forte stress emotivo urinavo tantissime volte al giorno,alla mia domanda di quanto fosse vecchia questa prostatite lui mi ha risposto che io glielo dovevo dire,non esiste un modo per vedere di quanto è vecchia?
una eventuale cura potrebbe essere il cialis?ho letto che è una medicina riabilitativa.

comq..ribadisco il grazie per il dr.cavallini

e mi scuso inoltre se ho usato dei termini elementari
[#3] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
scusate,dimenticavo di chiedere le dimensioni normali della prostata per un uomo di 43 anni quali sono?
l.mm41 x a.p.mm29 x t.mm49
la mia prostata è molto ingrossata?

cordiali saluti e grazie ancora per le vostre preziose risposte
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
e un po più grandina del normale.
[#5] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
intanto grazie per la risposta al dr. cavallini
ma non ho capito fino a che punto mi debba preoccupare,suppongo che dalla sua risposta si tratta di prostatite,ora il punto è, si guarisce dalla prostatite? o me la riporterò per tutta la vita!fino a 3 anni fà non ho mai avuto problemi ne di prostata ne tanto meno di d.e. poi conseguentemente ad un intervento al ginocchio ho iniziato a fare bicicletta e piano piano ecco che arrivano disturbi del tipo arrossamento al glande,balanite e balanopostite e per ultimo deficit erettivo che debbo dire nell'ultimo periodo sta un po rientrando dopo la cura data dall'urologo e che poi io ho supportato con prodotti fitoterapici,tipo palma nana,aloe vero,the verde e propoli.
inutile dire che ho abbandonato completamente la bici preferisco andare a fare un pò di sano footing.
adesso dovrò andare a visita dall'urologo specialista che mi ha fatto la transrettale il quale mi aveva anticipato che mi doveva fare altri esami del tipo controllo dei corpi cavernosi e del penineo,comunque lui mi parlava di calcificazzioni dovute ad una prostatite antica, se ho avuto la prostatite io non mene sono mai accorto,non ho mai avuto dolori di alcun genere,soltatnto in alcune occasioni dopo forte stress emotivo urinavo tantissime volte al giorno,alla mia domanda di quanto fosse vecchia questa prostatite lui mi ha risposto che io glielo dovevo dire,non esiste un modo per vedere di quanto è vecchia?
una eventuale cura potrebbe essere il cialis?ho letto che è una medicina riabilitativa.

comq..ribadisco il grazie per il dr.cavallini

e mi scuso inoltre se ho usato dei termini elementari
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sfatiamo un mito su cui le case farmaceutiche hanno investito miliardi dei dollari: l' uso di qwuei farmaci NON E' riabilituitativo, l' unica riabilitazione è psicologica tipo coperta di snoopy (oggetto transazionale si chiama): HO il farmaco e mi sento sicuro.
Prer quanto roguarda la prostaite: ecviti thè, caffe, alcoolici, piccanti, fumo, insaccati, segua da vicinio il collega. Non so dire nulla circa età di prostaite che non ho vistio transrettale, ma secondo me quelle calcificazioni non hanno gran significato, in quanto presenti in tutti i maschi. Per il resto con po di pazienza e di testardaggine e di ottimismo vedrà che se la tioglie dai piedi.
[#7] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
salve,cono andato a visita e dopo aver fatto ecodoppler penieno, il dottore non ha trovato brutte situazioni.mi ha detto che una vena è ok sia nella risalita che nella discesa del sangue, l'altra ha una disfunzione nella discesa,comunque mi ha detto che non è niente di grave.mi ha prescritto cialis da 5mg una al giorno per un mese e dopo debbo andare a controllo mi ha detto che si tratta di una cura riabilativa in quanto il mio pene ha bisogno di ossigenazione.cosa ne pensate?
non è un pò pesante come cura?
mi scuso sui termini e modi molto elementari con cui ho descritto il tutto.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
meglio che invii il referto così capisco meglio, noi utilizziamo un linguaggio "iniziatico" a volte ma per lo meno ci capiamo, così almeno sarò un po piùpreciso sul significato della terapia.