Utente 134XXX
Buongiorno, vorrei sottoporre al gentile staff di questo sito un dubbio.
Ho appena comprato una caraffa per depurare l'acqua di rubinetto (credo che il filtro sia a carbone), ma una volta aperta la scatola ho letto sul lbretto di istruzioni che è sconsigliata a persone cardiopatiche o che seguono diete controllate.
A casa dei miei genitori è stato installato qualche mese fa un filtro ad osmosi per l'acqua potabile e da allora bevo soltanto l'acqua così trattata.
Non ricordo con esattezza se i sintomi sono comparsi a partire da quel periodo, ma ultimamente soffro di leggere tachicardie ed extrasistoli, che compiaono anche a riposo accompagnate da vertigini e fame d'aria. Inoltre sono spesso esgeratamente stanca dopo attività fisiche che ho sempre sostenuto senza troppa fatica.
I primi accertamenti cardiolgici (ecg a riposo e holter) ed ematologici non hanno evidenziato nulla (soltanto l'ematocrito risulta un po' più basso del normale). Mi chiedo se l'acqua abbia in qualche modo influito sugli equilibri elettrolitici causando i sintomi descritti. Cosa ne pensate? Quali esami posso eventualmente fare per verificarlo? Aggiungo che nessun altro membro della mia famiglia accusa sintomi simili.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Mah , non penso che l'acqua sia responsabile , questi filtri
dovrebbero avere soltanto una funzione di depurazione da batteri ecc. ma non di eliminazione totale dei minerali.
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta, Dottore. Sto cercando una causa rapidamente eliminabile per i miei disturbi, che paiono nascere dal nulla...