Utente 130XXX
Gentili dottori volevo avere delle delucidazioni in merito ad un problema che mi porto avanti da qualche anno. Soffro di candidosi alternate a cistiti. Ho consultato urologi, ginecologi ma il problema si ripresenta. Curo da due anni la tiroide e da esami clinici, effettuati giorni fa il mio quadro è molto migliorato ma la candida persiste.Vorrei chiedere se è un problema che cura il dermatologo oppure devo ritornare dal ginecologo e ancora, programmare una gravidanza può essere possibile o danneggerebbe il feto?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

lei è di sesso maschile? se la rispoista è affermativa, non vedo come possa fare una visita ginecologica! La diagnosi di una possibile balanopostite o balanite (ce ne sono diverse e dissimili veda pure il mio articolo all'indirizzo: http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39890 ) va cercata nella sede spcialistica DermoVenereologica

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
gent.le dottore mi scuso per l'imprecisione.
sono una donna di anni 36 ann ed i controlli effettuati dall'urologo sono stati fatti per le cistiti, i controlli dal ginecoogo li ho fatti per curare la candida e le recidive.
considerato che tali candide mi ritornano quando ho rapporti non protetti ho l'impressione che mi venga trasmessa da mio marito dal momento che anche lui riscontra degli arrossamenti sul glande che potrebbe essere sintomo di balanopostite. a tale proposito gradirei conoscere se è più indicato rivolgersi per entrambi ad un ginecologo o ad un dermatologo-venerologo.
inoltre le chiedo se una gravidanze con candida può nuocere al feto.
la ringrazio anticipatamente e resto in attesa di una sua risposta.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

grazie per il chiarimento: in effetti non si capiva molto.

Lei ora è ben orientata:

scelga la visita DermoVenereologica per entrambi al fine di chiarire questo problema, poichè è vero che in caso di affezione di un partner è sempre possibile lo scambio reciproco e continuativo (ping-pong) di queste affezioni che - viste le molteplici resistenze cui gli agenti patogeni delle balanopostiti e delle vulvo-vaginiti ci stanno abituando - possono divenire anche difficili da eradicare senza una diagnosi mirata ed una conseguente terapia appropriata.

cari saluti