Utente 135XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni, fisico snello; il mio problema risale a 2 settimane fa: ho iniziato ad avvertire un intorpidimento del braccio e della gamba destri, unita ad un senso di leggera vertigine, con successiva accelerazione del battito cardiaco (probabilmente dovuta a una certa preoccupazione per i sintomi avvertiti).

L'indolenzimento e l'intorpidimento degli arti sono perdurati per il resto della giornata e anche nella successiva, anche se in modo più blando. Nella sera del secondo giorno, sono stato colpito da febbre (max. 37 gradi), mal di gola, tosse, forte mal di testa nella zona cervicale, brividi e tremori (per il freddo avvertito), elementi che farebbero pensare ad un virus parainfluenzale (tesi confermata dal medico di famiglia in una visita dei giorni successivi).

I sintomi febbrili (leggeri, accompagnati da debolezza) sono passati in 2-3 giorni, ma ora, a distanza di una settimana, perdurano i sintomi di intorpidimento agli arti, soprattutto nella mano sinistra (dove sento sempre un po' "addormentati" l'anulare e il mignolo) e nelle gambe (più leggero rispetto alla mano sinistra, ma comunque fastridioso, perchè sembra come se mi cedono). Perdura anche un leggero indolenzimento nella zona cervicale (cosa che talvolta mi capita, anche per la posizione assunta in ufficio).

Il medico di famiglia mi ha detto (qualche giorno fa) che potrebbe essere un sintomo influenzale, ma a distanza di giorni, può davvero durare così tanto??
Da premettere che sono un tipo piuttosto ansioso e mi preoccupo spesso anche dei sintomi più lievi.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

è difficile in un consulto online, che non è sostenuto di una visita diretta, capire la causa dei suoi "intorpidimenti" , peraltro una volta riferiti all'emisoma destro e una volta alla mano sinistra, pare associati ad una diminuzione della forza a carico di quest'ultima.
Sarebbe necessario, infatti, valutare l'obiettività neurologica nel suo complesso, in particolare la situazione dei riflessi osteotendinei.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio comunque per l'attenzione, dott. Corcelli.
In questi giorni mi sono comunque recato dal mio medico di famiglia per saperne di più..Mi ha detto che probabilmente sono delle parestesie post-influenzali.

Mi ha quindi indicato di eseguire un esame del sangue..tra le varie cose indicate, sono presenti anche alcune ricerche relative ai virus dell'herpes e di un certo virus "Coxackie"..

Potrebbero essere loro le cause??
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
forse, ma solo i tests potranno dirlo.
O potranno risultare anche tutti negativi.
Comunque, vedrà che gli "intorpidimenti" spariranno.