Utente 989XXX
Salve dottore, ho 30 anni, il 19 ottobre mi si è presentata un'acufene (ronzio) all'orecchio destro, cercando di capire la causa ho ricordato che la mattina mi sono preso un forte spavento dal volume alto delle casse, adesso non so se attribuire la causa a quest'ultima esperienza ma di fatto ora mi fischia ancora l'orecchio.
Stesso il giorno dopo mi sono recato dall'otorinolaringoiatra il quale mi ha dignosticato sintomo da trauma acustico, nessuna lesione al timpano, cura bentelan 2mg al giorno per i primi 3 giorni e 1 mg al giorno per i successivi 3 giorni.
La cura purtroppo non mi ha portato nessun miglioramento.
Sono ritornato dall'otorino il quale mi ha prescritto degli antistaminici, ma consultandomi anche con un'altro medico, sempre otorinolaringoiatra, ho preferito evitare gli antistaminici e procedere con la cura di vitamine "Vasorhen" per 30 giorni più rinorex per 15 giorni, ora sono passati solo 7 giorni ma ancora nessun miglioramento, forse avrei dovuto proseguire con gli antistaminici?
premetto che non sono un soggetto allergico.
Sto così spaventato...non dormo più..., oltretutto sono un musicista, non sopporto di avere questa menomalia, vorrei anticipare i tempi di guarigione, potreste suggerirmi altri eventuali accertamenti da fare per velocizzare i tempi?,
Esistono altre cause che potrebbero generare quest'acufene?

Nei test audiometrici ho presentato una ipoacusia a 4000 hz, ma premetto che questo abbassamento mi fu già diagnosticato qualche anno fa, rimasto sempre di 30db.
In attesa di un Vostro riscontro, Cordialmente
Massimiliano
Lì 02/11/09

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Agostino Canessa
28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
se la causa del suo acufene non è l'orecchio come pare di capire dall'esame audiometrico, allora potrebbe essere una stimolazione neuromuscolare sbilanciata dell'articolazione temporo-mandibolare. Su questo sito troverà molto materiale da visionare.
[#2] dopo  
Utente 989XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore, presto mi sottoporrò agli esami quali acufenometria, ABR, vestibolare, sperando che quest'ultime possino darmi una dritta per risolvere il problema acufene.
Terrò preziosamente in considerazione la vostra ipotesi, ma quali altri esami potrei fare per verificare se la causa potebbe essere una stimolazione neuromuscolare sbilanciata dell'articolazione temporo-mandibolare?
Inizialmente ho fatto una ricerca sopratutto in questo prezioso forum, ma l'acufene mi ha colpito psicologicamente, e la ricerca non ha fatto altro che peggiorare il mio stato inconscio, stavo quasi per andare in depressione, adesso, grazie al sostegno dei miei cari, sono più forte, non vorrei rileggere varie esperienze che potrebbero suscitare in me altre nuove angoscie...
Grazie, per il suo intervento...
[#3] dopo  
Dr. Agostino Canessa
28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
ecco lei ha letto al contrario lo spirito dell'informazione... alla fine si deve capire e convincersi che, eccetto rarissimi casi, il disturbo acufene non è segnale di malattia organica.