Utente 781XXX
salve, volevo chiedervi un parere: da due anni più o meno ho avuto qualche problema di calcoli,
il decorso è stato da uno stato di sola sabbia biliare alla formazione di microcalcoli di max 2mm.
Negli ultimi due anni ho fatto tre ecogarafie per controllare la funzionalità del trattamento prescrittomi:
deursil rr 1 compressa prima di dormire.
Nelle prime due ecografie mi viene riportato sui referti: "colecisti presenta sabbia biliare mobilizzabile con la
variazione del decubito"...."Colecisti distesa, con pareti regolari, riconoscibile ancora sedimento biliare, si osservano
alcuni microcalcoli mobili a maggior asse 2mm".....erano eco addome completi tralascio tutto il resto che è ok.
Nell'ultima ecografia invece "colecisti dismorfica, con sub setto a livello del collo; sembra di apprezzare un micropolipo
colesterinico a livello della regione infundibolare, non sicure immagini di calcoli né di sabbia biliare".
Da come menzionato nel referto l'ecografista nn era sicuro di cio' che vedeva e difatti mi ha fatto girare e rigirare.
Leggendo cosi direi solo che il deursil funziona, pero' ho ancora fastidio in certi periodi incomprensibilmente, il
mio medico mi ha solo detto di continuare con il deursil. Ho 23 anni, faccio sport, dieta prevalentemente proteica ma decisamente "pulita" senza schifezze varie, e vorrei sapere se è la giusta strada da intraprendere, tutto qua.
Vorrei se possibile anche sapere cosa porta ai calcoli, non la loro formazione (della quale ho letto di tutto e di più), ma sul perchè ci si trova a produrre una bile non idonea, e se sarà una cosa permanente o reversibile.
Ne approfitto per chiedervi anche se secondo voi tutto questo puo' centrare con un'altro mio problema, cioè un'insopportabile
problema digestivo che ho da tutta la vita (non mi pare di non averne mai sofferto) e cioè la colazione al mattino: inanzitutto
mi sveglio spesso con fame zero e a volte leggera nausea, se cerco di mangiare riesco a mangiare poco altrimenti mi vien da vomitare,
ma il brutto è che sento il peso di questo "pasto" per almeno due ore dopo, come se fosse tutto bloccato nello stomaco. Di questa cosa non
ne posso veramente più, specialmente sapendo che il pasto seguente va sempre bene, come se niente fosse. non riesco a trovar spiegazione
e nn trovo consigli utili, sia dal medico che su internet. Fatemi sapere qualcosa, ringrazio tutti anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Gianluca Carpentieri
24% attività
0% attualità
12% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Ha provato a rivolgersi ad un gastroenterologo? potrebbe anche trattarsi di un problema gastrico. in merito alla colecisti, se Le permane la dolenzia post prandiale e avverte difficoltà digestive tenga presente l'ipotesi di operarsi.
[#2] dopo  
Utente 781XXX

Iscritto dal 2008
Non mi sono mai rivolto da un gastroenterologo sinceramente, ne avevo solo parlato una volta al medico che mi aveva accennato a cosa poteva essere,,,ho sempre sopportato e basta. Appena potro'faro' qualcosa di più approfondito.
Per la colecisti il fastidio non è post prandiale, anche se capita lo sia, ma si presenta all'improvviso senza particolari motivi, puo' succedere che x due mesi non avverta nulla e dopo lo ritorni per una settimana o più, dopo sparisce di nuovo, una cosa molto discontiua insomma.
Continuando con il deursil si puo' arrivare a una soluzione definitiva o sono soldi buttati?
grazie