Utente 124XXX
Buona sera cercherò di essere il più sintetico possibile: sono un autista di 50 anni e soffro di mani e piedi freddi già da ottobre a maggio e ai primi di marzo 2009 alle 2 di notte in una tormenta scendo a montare le catene da neve temperatura meno 4 gradi dopo la prima non percepisco più la sensibilità con molta difficoltà monto la seconda mi procuro una profonda ferita da tagio col parafango sulla mano che non percepisco il dolore il volante lo tengo coi palmi così come la leva del cambio le mani tendono a riprendersi verso le 16 il giorno seguente tutte le dita esclusi i pollici sono violacee quasi nere metto una crema a base di vasellina per un 15 giorni e sembrano migliorare ah tengo a precisare che era impossibile toccare l'acqua calda ora la settimana scorsa mi sono trovato di nuovo al freddo e hò notato che le dita sono nuovamente tornate viola a distanza di 8 mesi cosa o devo fare cioè rimarranno sempre così ?? scusate se mi sono dilungato ma era x chiarire il problema grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Paolo Iachetta
36% attività
4% attualità
16% socialità
SASSUOLO (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente... dalla descrizione mi sembra un FENOMENO DI RAYNAUD... le consiglio di eseguire una visita angiologica...Cordiali Saluti