Utente 135XXX
Buonasera, scrivo in urologia perché non mi è stato possibile inviare il consulto nella sezione di Dermatologia e Venereologia. Il problema che volevo presentare è il seguente: ho 18 anni, sabato scorso ho fatto sesso e già dal giorno successivo ho iniziato ad avvertire un leggero fastidio al prepuzio, ma senza segni evidenti alla vista. I giorni seguenti la situazione è andata peggiorando, evidenziandosi, oltre al fastidio che è sempre presente, un gonfiore ed un arrossamento del prepuzio che rendono impossibile la scopertura del glande.
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

potrebbe trattarsi di una balanopostite, cioè una infiammazione della punta del pene (il glande) e della pelle che lo ricopre (il prepuzio), che potrebbe essere legato al semplice "traumatismo" secondario ad un rapporto sessuale più "vivace" del solito.

Detto ciò però l'ultima parola per una corretta diagnosi spetterà al medico che avrà il modo di valutarla in diretta.

A questo punto consulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica.

Per avere comunque un altro parere mirato le sposto il quesito in area dermatologica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Aggiungo il parere DermoVenereologico che sovrappone perfettamente le ipotesi del Collega Beretta:

una balanite o una balanopostite possono essere in linea teorica riconducibili a questa situazione: se è vero che un traumatismo possa di per sé evocare un edema del prepuzio, è ancor più vero che infezioni sub-cliniche (latenti e non visibili apparentemente) possono essere esacerbate e quindi divenire visibili dopo lo stesso rapporto sessuale.

Si determini quindi a visita DermatoVenereologica per chiarire con esattezza il suo problema: utile non applicare alcuna terapia fai-da-te.

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per la gentile attenzione, provvedero' a chiedere consulto al medico di famiglia e se necessario a sottoporre il caso ad un dermatologo.

Distinti saluti.