Utente 127XXX
Volevo chiedere come si può risolvere la difficoltà di erezione in un uomo trentenne che riconosce la sua disfunzione dopo un dispiacere affettivo di una precedente relazione. In precedenza al dispiacere non ha riscontrato problemi di tal genere.
Dopo una lunga gestazione vi è l'erezione ma non permanente se non continuamente stimolata da masturbazione.

A questo problema vi possono essere soluzioni? Attuabili solamente dalla persona interessata, o il partner può facilitare?

Grazie.
Buona serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,il quesito posto non può trovare una risposta che non sia banale,da questa postazione mediatica.Il meccanismo erettile é indotto e sostenuto da una eccitazione che deve essere spontanea...Va da sè che la fattiva collaborazione strategica della partner possa
avere un ruolo importante nella riconquista della padronanza della funzione.Se il problema persiste,una visita con un esperto andrologo,coadiuvato da uno psicosessuologo può evitare cadute pericolose legate ad un'ansia da prestazione sempre più consolidata.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Grazie, Le chiedo scusa per la domanda..

..non essendo la vera partner (ma solo usata da svago ogni tanto) di questa persona mi sa allora che potrò fare poco... però mi aveva accertata che non fosse per colpa mia, ma, a quanto pare, mi sa che dopo avere letto la Sua risposta probabilmente non sono di grande aiuto, eheh... avrei sperato in un modo per diminuire i blocchi di quest'uomo...peccato.

Va bene, grazie ancora.

Buona mattinata.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...lo "svago" è di entrambi i partners...peccato!La vita va avanti.Codialità.
[#4] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Devo ammettere che oltre allo stimolo clitorideo, l'amplesso non mi provoca affatto piacere.. comunque, l'ultima volta che v'è stato un rapporto sessuale con quest'uomo è riuscito ad avere un'erezione anche se non subito autonoma e non sia durata fino all'eiaculazione di costui, comunque è stato possibile la penetrazione e questo spero gli possa avere dato un poco più di autostima...
Ho detto apposta svago suo.. perché io non ho stimoli di piacere durante il rapporto.. l'unico compenso che ho in cambio sono le attenzioni e l'affetto che mi porge..
Certo, la vita va avanti..

La ringrazio ancora molto per avere risposto alla mia domanda, tantissime belle cose Dottore.Cordialità.