Utente 135XXX
Buongiorno,
vorrei un parere circa l’esito del seguente spermiogramma:
Diagnosi del 28/10/2009
Liquefazione (entro 1 ora) lenta
Colore giallastro
Viscosità anormale
Volume (ml) 2.0
Ph 7.8
Concentrazione spermatozoi (milioni/ml) 1.0
Numero totale spermatozoi (milioni) 2.0
Motilità a 60’ 120’
a) progressiva rapida % 0 0
b) progressiva lenta % 0 0
c) non progressiva % 19 7
d) immobili % 79 93
Vitalità dopo 60’ 70
Morfologia
Forme normali % 2
Forme abnormali % 98
Anomalie della testa % 98
Anomalie del tratto intermedio % 0
Anomalie della coda % 0
Residui citoplasmici 0
Cellule rotonde (milioni7ml) 0.0
Leucociti (milioni7ml) 0.0
Agglutinazioni assenti
Eritrociti assenti
Osservazioni: oligozoospermia.

Da 4 mesi abbiamo rapporti mirati per la ricerca di una gravidanza. Io ho 38 anni, ciclo regolare di 29/30 gg. Intercetto l’ovulazione tramite l’osservazione di muco e tb. Ho smesso la pillola oltre 5 anni fa (presa tra l’altro per pochissimi anni, 3 o 4) e da subito ho avuto un ciclo regolare. Mi sono sottoposta a ecografia trans vaginale, addome completo + diverse visite ginecologiche e pap test. L’unico problema evidenziato è un’infezione da HPV cin1 che con la mia ginecologa sto tenendo monitorata da circa un anno e mezzo. Sono una persona sportiva, non bevo e non fumo. Non ho problemi di salute. Il mio compagno ha 37 anni. Circa 4 anni fa si sottopose ad un intervento di varicocele sinistro e tutto quello che so dirle (a fronte di mie ripetute richieste di spiegazioni dettagliate sul pregresso) è che l’intervento diede problemi di cicatrizzazione (la cicatrice è ancora ben evidente) e che lo spermiogramma fatto in seguito (credo a distanza di 1 anno) diede esito di “spermatozoi un po’ lenti”. All’epoca non lo conoscevo ancora per cui gli sto sollecitando tutti i referti di allora al fine di poter ricostruire una cronostoria dell’accaduto in quanto lui credo lui l’abbia presa abbastanza alla leggera. Anche lui pratica attività sportiva al fine settimana ma fa un lavoro stressante. Lavora in proprio ed oltre al lavoro fisico e mentale passa parecchio tempo anche alla guida. Non beve e fuma 1 sigaretta al giorno. Circa 9 anni fa (quindi prima dell’intervento al varicocele) la sua di allora giovanissima compagna decise, in accordo con lui, di interrompere una gravidanza. Alla luce della sua situazione attuale lui adesso non se ne da pace. Le mie domande sono: lo spermiogramma attuale evidenzia una grave situazione, vero? Potrebbe essere il risultato dell’operazione al varicocele non andata a buon fine unitamente a un mancato monitoraggio dell’evoluzione della cosa? Si potrebbe sottoporre ad una nuova operazione con la speranza di un miglioramento? Esistono farmaci in grado di aiutare a migliorare questa situazione? Aggiungo che oggi andrà dal suo medico ad esporgli la situazione e l’ho già invitato caldamente a richiede

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice ,

il problema di suo marito si definisce come una oligoastenoteratozoospermia severa, cioè un numero, una motilità ed una morfologia degli spermatozoi non buona, questa situazione è come un sintomo, un dato di laboratorio che ha alla sua base diverse cause.

Non faccia strane correlazioni di causa ed effetto e prima cosa da fare, in queste particolari situazioni cliniche, è quella di ripetere l'esame del liquido seminale e poi consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.

Anche per lei è consigliata una attenta rivalutazione ginecologica.

Nel frattempo, se desidera comunque avere più informazioni su questi temi potrebbe essere utile leggere il manuale, scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma, oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino.

Un altro consiglio infine, se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema a riprodursi, è quello di consultare il forum sull'Infertilità a www.madreprovetta.org , sito ufficiale dell’Associazione onlus “Madre Provetta”.

Un cordiale saluto