Utente 381XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un Vostro parere.
Mia nonna, 82 anni, soffre di cuore da parecchi anni, finora, con le dovute cure, è andata avanti discretamente.
La scorsa settimana si è sottoposta ad un ecocardiogramma ed è risultato quanto segue:

RADICE AORTICA: 27 mm
ATRIO SINISTRO: 82 mm 53.2 mm/m² (vn minore uguale 22)
VENTRICOLO SINISTRO:
diam. diastolico: 45mm 29.2 mm/m² (vn minore uguale 32)
diam. sistolico: 27mm
accorciamento %: 40%
È presente un’ipertrofia asimmetrica delle pareti: setto 10 mm, parete posteriore 14 mm
V MITRALE: stenotica e insufficiente (insuff. moderata)
Area valvolare secondo il ‘Pressure half-time’: 0.72 cm²
Gradiente medio transvalvolare: 11.9 mmHg.
V AORTA: insufficiente (insuff. moderata)
V POLMONARE: continente, non stenotica
V TRICUSPIDE: insufficiente (insuff. grave), con velocità transvalvolare sistolica di 3.10 m/sec

COMMENTO:
L’esame è stato eseguito per valutazione valvolare
La qualità tecnica è sufficiente per un giudizio diagnostico. Frequenza cardiaca di 72 battiti/min.
Il ventricolo sinistro è ipertrofico, con una massa calcolata di 156.6 g/m
La cinesi globale e segmentaria del ventricolo sinistro è normale.
La frazione d’eiezione è circa del 75%
L’atrio destro è molto ingrandito; il ventricolo destro è lievemente ingrandito
Segni di ipertensione polmonare. Gradiente sistolico tra VDx e ADx di circa 38 mmHg.
Non sono visibili immagini di masse endocavitarie.
Assente versamento pericardico.
Mitrale: fibrosi del tratto distale dei lembi con marcata ridotta apertura a doming diastolico. Commissure fuse. Corde affastellate. Area valvolare criticamente ridotta 0.72 cmq. Fibrosi aortica con moderata insuff. Mega-atrio sx (219 ml).
V. sx, con dimensioni, cinesi e cinesi segmentaria: Normale. Vdx: Normocinetico
TAPSE 21. Paps 43 mmhg.

Sia il dottore che ha eseguito l’ecocardiogramma che il cardiologo consigliano l’intervento ma la nonna si rifiuta di farlo perché dice che alla sua età non riuscirebbe a sopportare un intervento così complesso.
Il cardiologo, vista l’età, dice che ci sarebbe un altro tipo di intervento, si chiama valvulo plastica, vorrei un Vostro parere su questo tipo di intervento e gli eventuali pro e contro, lei ha tanta paura e dice che non vuole sottoporsi nemmeno a quello; i miei genitori non sanno come comportarsi, non vogliono forzarla a fare una cosa che rifiuta in partenza perché poi, nel malaugurato caso dovesse succedere qualcosa, non se lo perdonerebbero.
Vi prego, datemi un consiglio come se fosse la Vostra mamma.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Gabrielli
24% attività
12% attualità
8% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
in relazione al solo referto ecocardiografico descritto, si pone indicazione alla sostituzione valvolare mitralica o alla valvuloplastica mitralica (da valutare eventuale correzione tricuspidale). Inoltre, probabilmente, sua nonna avrà avuto un peggioramento della sintomatologia (che non ha descritto) e che è stato il motivo per il quale il cardiologo le ha consigliato di eseguire l'ecocardiogramma.
E' essenziale, pertanto, avere il quadro clinico generale di sua nonna e valutare l'eventuale presenza di comorbidità importanti.
Il mio consiglio, è quello, comunque di eseguire una consulenza cardiochirurgica per valutare l'opportunità dell'intervento considerando il rischio perioperatorio in relazione a tutti i dati clinici in possesso (oltre al solo referto ecocardiografico) ed eventualmente decidere il tipo di intervento più appropriato.
D'altra parte, non dovrebbe essere difficile convincere sua nonna a sottoporsi ad una semplice visita cardiochirurgica, rassicurandola che l'eventuale decisione di sottoporsi all'intervento è sempre la sua.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
la mia opinione e' che in relazione a quanto riportato (insufficienza mitro aortica moderate e stenosi mitralica severa con area di 0,7) vi e' formalmente una indicazione cardiochirurgica, tuttavia bisogna considerare i rischi operatori in relazione alla eta' e a eventuali patologie associate...
E' indispensabile che faccia una consulenza di persona con un cardiochirurgo per chiarire questi punti vedendo la paziente e parlando direttamente con l'interessata...La decisione finale e' sempre del paziente!

cordialmente
[#3] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le Vostre sollecite risposte, cercheremo di convincere la nonna per una visita dal cardiochirurgo.

Cordiali saluti.