Utente 133XXX
Salve. io vi scrivo perchè avrei bisogno di un vostro consulto relativamente al problema di mio padre. Mio padre è stato operato 2 settimane fa in quanto tramite controllo di screening è stato rilevata una neoplasia nella parte bassa dell'intestino. Qui di seguito vi riporto il referto del medico post - operatorio. Potete per favore aiutarmi a capire se con questa operazione che ha subito il rischio e il tumore sono stati completamente eliminati? è una malattia dalla quale si guarisce con questo tipo di operazione subita? c è il rischio che possa tornare o con la chemioterapia che farà si elimina tutto?
vi ringrazio in anticipo. Qui sotto referto medico:

TIPO DI OPERAZIONE SUBITA: Resezione per via anteriore del retto video - laparoscopica.

DIAGNOSI IN DIMISSIONE: Adenocarcinoma del retto medio alto

ESAME ISTOLOGICO: Neoplasia sigma-retto. Resezione anteriore. Linfonodo dell'arteria mesenterica inferiore. Anello colon. Anello retto. Neoformazione cutanea regione temporo mandibolare sinistra.

DESCRIZIONE MACROSCOPICA: Pervengono in formalina in contenitori distinti:
Segmento di intestino non orientato di cm 19 di lunghezza. A cm 4 e cm 11 dai margini chirurgici è presente una neoformazione vegetante di cm 4x3x1 che occupa il 30% del lume intestinale e che al taglio sembra interessare la parete a tutto spessore con iniziale estensione al tessuto perviscerale. La restante mucosa non mostra lesioni macroscopicamente evidenti. E' presente tessuto adiposo perviscerale dal quale si isolano alcuni linfonodi. Si preleva in parte come segue: A,B,C,D,E,F,G: neoformazione inclusa in totalità; H,I,L,M,N: linfonodi. Linfonodo di cm 0.5 di asse maggiore.Il materiale viene prelevato in toto in 1 inclusione(prelievo O). Anello mucoso di cm 1.5 di diametro. Il materiale viene prelevato in toto in 1 inclusione(prelievo P). Anello mucoso di cm 2 di diametro.il materiale viene prelevato in toto in 1 inclusione(prelievo Q).

DIAGNOSI ISTOLOGICA: Adenocarcinoma mediamente differenziato, infiltrante a tutto spessore la parete del grosso intestino con iniziale estensione al tessuto adiposo perviscerale. Assenza di invasione vascolare. Assenza di budding tumorale di alto grado. Metastasi linfonodale di adenocarcinoma in 1 dei 15 linfonodi esaminati. pTNM:pT3 N1 MX. Linfonodo reattivo, libero da neoplasia. 3,4) margini chirurgici indenni da neoplasia.
5)nevo intradermico

Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto
Spero che riusciate a tranquillizzarmi e che il referto sopra possa indicare che tutto è stato curato nel migliore dei modi
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

al di la della chirurgia è opportuno un trattamento chemioterapico adiuvante alla luce dell'invasione linfonodale e dell'infiltrazione periviscerale. In sostanza occorre rivolgersi, come sempre si dovrebbe fare dopo la chirurgia, ad un oncologo per il proseguio delle cure ed i successivi controlli periodici.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dottor Pastore, la ringrazio tantissimo per le informazioni. Mi può far sapere se con la chemio questo tumore è curabile? Come lei suggerisce domani infatti mio padre avrà la visita con l' oncologo. Come vengono classificati i tumori? Rispetto al referto che le ho inviato come classificherebbe il tumore di mio padre?
Grazie mille in anticipo
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dottor Pastore, la ringrazio tantissimo per le informazioni. Mi può far sapere se con la chemio questo tumore è curabile? Come lei suggerisce domani infatti mio padre avrà la visita con l' oncologo. Come vengono classificati i tumori? Rispetto al referto che le ho inviato come classificherebbe il tumore di mio padre?
Grazie mille in anticipo