Utente 129XXX
Salve gentilissimi dottore,
vi spiego il mio stato di salute.
Una settimana fa , prima di partire per Chicago dove lavoro come ingegnere , avevo la mattin un fortissimo mal di gola una cervicale a dir poco dolorosa( e che ora ancora ne ho un poco).
Ho notato appena arrivato a Chicago che alla aprte sinistra inferiore del collo un piccolissimo rigonfiamento .
Sono immediatamente andato al pronto soccorso mi hanno misurato febbre visitato sotto el ascelle all'inguine e mi hanno deto di star tranquillo che non è nulla.
Ora è una settimana il linfonodo è li immobile e non si toglie.
Io fisicamente sto benone, neinte febbre, niente nausea, niente mal di testa, solo un pò di tosse secca e mal di gola.
Ho comuqnue sia apura che possa essere qualcosa di molto grave quindi chiedo a voi un consulto di cosa possa essere.
Cosa è necessario fare? Per quanto tempo posso rimanere gonfi i linfonodi?
E' qualcosa di grave?


Ringrazio mille per eventuali risposte

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Ivano Bruno Bertetto
28% attività +28
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
I linfonodi possono rimanere tumefatti anche per alcune settimane in corso o dopo fatti infiammatori delle alte vie aeree. Non si spaventi, tenga sotto controllo il linfonodo e, nel caso in cui dovesse permanere di tali dimensioni per altre due settimane, si sottoponga ad un esame emocromocitometrico (prelievo di sangue) e ad una ecografia del collo, per migliore approfondimento diagnostico.
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Ok va benissimo e la ringrazio moltissimo. Spero che vadano via davvero. Sono spaventato non riesco a lavorare serenamente. Ancora la tosse un poco ce l'ho un apiccolina tosse secca ma si sta togliendo e la gola la sento ancor ainfiammata poco e anche un poco di torcicollo mattutino. Ma cosa potrebbe essere. E' positivo che non ho nausea febbre o cose del genere? Pensoc he se era un virus anche quello della mononucleosi qualche altro sintomo l'avrei avuto o no? Mi dica lei professore. Io ho soltanto paura che si tratti diq ualcosa di molto grave e irreversibile.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Ivano Bruno Bertetto
28% attività +28
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Le ho scritto di non spaventarsi proprio perchè, come già era risultato dalla visita eseguita in pronto soccorso, non sono risultati segni preoccupanti, ed anche io penso che i sintomi riferiti siano dovuti ad un comune fatto infiammatorio, probabilmente virale, anche se non mononucleosi infettiva necessariamente. Confermo comunque l'opportunità degli esami consigliati.