Utente 127XXX
Cari medici nn sto vivendo più nonostante svariate analisi tutte nella norma. Mi ero tranquillizzato in base ad un episodio a rischio datato il giorno 8 maggio... c'erano stati soltanto lievi contatti con una spoglierellista vagina pene 3 o al massimo 4 volte,nemmeno il classico petting con lo sfregamento delle parti intime,e assolutamente senza nemmeno un principio di penetrazione tutto qua .Da quel giorno preso dal panico dopo 15 gioni ho fatto test hiv combo più Rna cariva virale negativo,dopo 45 giorni test chemulinescenza di 4 gener negativo,a 65 giorni test elisa negativo più screening di sifilide gonorrea ecc negativo, a 109 giorni durante una donazione di sangue tutti gli accertamenti possibili più test hiv combo ABAG e Rna carica virale negativo,ed infine precisamente a 179 giorni ai 6 mesi di distanza test elisa IG anti HIV 1 e 2 negativo piu emocromo e nella norma. Dovrei essere sereno ma nn lo sono xchè mi fanno male i polpacci,nn capisco se è il dolore è dovuto allo stao di agitazione che ho avuto in questo periodo,o casomai xchè ho smesso contemporeanamente all'episodio attività fisica,essendo un ex calciatore di C. Io purtroppo penso sempre alla stessa cosa che questi doloretti possono essere attinenti all'hiv,nonostante vostri colleghi mi hanno detto che nn c'entrano niente,e che casomai dovrei spostare il mio quesito o ad un ortopedico o casomai avrei bisogno di un sostegno psicologico xchè l'hiv nn c'entra niente,xchè x il mio infettivologo l'episodio nn è proprio a rischio grave e 2 ho eseguito con lui tuttu l'iter correttamente fino ad arrivare al sesto mese sempre esami negativi,anzi per lui anche esagerando!! ho consultati Professori,dottori, esperti in materia come voi che mi hanno detto che il mio è un problema di testa è che l'episodio hiv è chiuso xche ho fatto tutto quello che c'era da fare.. Vi prego datemi un aiuto un consiglio.... Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

lei continua a fare le stesse domande sull'HIV, ma non le è già stato ampiamente risposto nei precedenti consulti?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor Corcelli ho capito che mi è stato ampiamente risposto,ma vede il fatto di avere questa appesantezza muscolare delle gambe mi fa preoccupare. lo so che può essere dovuto a tante cose ,ma forse venendo da questi mesi ansiosi per i svariati test che ho fatto,mi fa pensare sempre alla stessa cosa. Come si fa nonostante le vostre rassiccurazione che mi erano state fatte già al test a 109 giorni ,avendone fatto un ulteriore a sei mesi come l'iss impone a nn essere sereno,ae associare qualsiasi disturbo sempre all'hiv! Cosa posso fare! mi assicura x l'ennesima volta che posso definitivamente chiuderla qua e che il dolore alle gambe nn c'èntra proprio niente? può essere casomai l'ansia di questi mesi che ha scaricato tutto sul mio corpo,cioè la mente comanda il corpo,associato anche al fatto che in questi mesi sono stato eccessivamente sedentario? Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

questo è il 5° consulto che pone con le stesse domande.
Le è stato già ampiamente risposto in tutti gli altri precedenti consulti.
Non capisco che cos'altro dovremmo dirle di nuovo di quanto già non le sia stato detto.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor Corcelli mi scusi se la disturbo ancora ma volevo dirle che oltre al test Elisa fatto a 179 giorni negativo,a 200 giorni ho donato il sangue e mi hanno rifatto il test elisa combo AB|AG,più test hivRNA carica virale negativo più lo screening di silide ,gonorrea,lue,epatite A,B;C tutte negative...gl unici valori sballati è il colesterolo e i triglicer...a detta del mio medico di famiglia è dovuto al fatto di mangiare con troppi grassi ,dovuti apub ,pizzerie,ristoranti...Caro dottor Corcelli ma il fatto che mi preoccupa e che di tanto in tanto avverto sempre dolori a polpacci,tipo induriti.e mi capita che quando sto a letto riposato è come se sentissi prima la pressione del sangue,è poi raramente i formicolii verso i piedi. Da premettere che soffro di schiena da 7,8 anni.e andando a fare una RM mi è stata riscontrata una leggera protusione. NN so se attribbuire i dolori alle gambe alla schiena.o al fatto di aver sempre giocato a calcio fino all'anno scorso quindi allenato,e che quest'anno che sto fermo senza correre avverto questi dolori,o a qualche sieroconversione lenta che si sta mangiando i muscoli,o psicologico dovuti a tutti questi test fatti in quasi 7 mesi mi hanno letteralmente ucciso mentalmente,però resta il fatto che i polpacci me li sento a pezzi....Caro dottor Corcelli mi aiuti lei nn so a cosa pensare! Cordiali saluti e buona Immacolata
[#5] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
caro dottor Corcelli xchè nn mi risponde!!!purtroppo come si suol dire piove sul bagnato...2 giorni fà ho fatto un pò di palestra che nn facevo da parecchio tempo,è stamattina sono andato a correre,alra cosa cge nn facevo da più di 4 mesi...oggi pomeriggio ho iniziato ad accusare dolore all'inguine e tastandomi ho trovato un linfonodo dolente,successivamente dopo un paio d'ore confermato dal mio medico di famiglia durante una visita che io personalmente reputo al quanto superficiale xchè fatta in fretta e furia.Gli ho chiesto quali potevano essere le cause del linfonodo e mi risposto molteplici,in più mi ha detto che potevo averlo da una vita è nn me ne sono mai accorto.Effettivamente giocando a calcio li ho quasi sempre avuti,perà come ben sà in questi mesi mi è capitato di tutto. A questo punto la mia mente va sempre rivolta alla parola hiv,nonostante come ben sa tutti i test fatti di cui il penultimo a 179 g elisa e la donazione a 200 giorni fatta con il test combo abag più rna carica virale negat.Guardi dottore nn so più a cosa pensare ,addirittura penso che possa essere l'unico caso negli ultimi 15 20 a sierocovertirsi dopo i 6 mesi...Dottor Corcelli la prego mi risponda