Utente 136XXX
Ho 28 anni e Il mio pene misura 17-18 cm di lunghezza per 13 cm di circonferenza sto con una ragazza da 2 anni mi piace tantissimo purtroppo a volte ho qualche problema sotto le coperte nel senso che o sono molto eccitato e riesco ad ottenere una valida erezione per completare l'atto sessuale con successo ma molto spesso mi capita di non poter fare molte posizioni perchè rischio facilmente di perdere l'erezione devo precisare che stò assumendo un'antidepressivo la duloxetina che compromette un po' il desiderio sessuale e rende difficoltosa l'eiaculazione e ho anche notato che quando non l'assumo il problema desiderio tende a regredire ma spesso mi capita che pur avendo voglia e dopo aver conseguito un'erezione faccio fatica a mantenerla non potendo portare a termine il rapporto.Questo per me è molto frustrante e quando succede l'erezione che ottengo non è il massimo della vita ho bisogno di essere sempre stimolato manualmente perchè sennò sparisce molto rapidamente.Avendo un pene di lunghezza 18 cm e 13 cm di circonferenza in base al rapporto del dottor pescatori è di 1.38 quindi superiore al limite di 1,32 stabilito dopo il quale è probabile un problema a raggiungere la piena rigidità in erezione a causa di problemi geometrici del pene come sostiene il dottor pescatori.
La soluzione del dottor pescatori consisterebbe nell'aumentare la circonferenza del pene tramite un'operazione per ristabilire il rapporto corretto che tenda a favorire un'erezione valida.
Ciò che non mi spiego è come sia possibile aumentare la circonferenza.Per quanto ne so l'unica soluzione sarebbe l'iniezione di grasso nelle parti molli del pene e non capisco come questo aumento possa giovare a una struttura funzionante che di fatto resterebbe invariata e casomai appesantita da uno strato di grasso.Ringrazio tutti per una risposta che faccia chiarezza ai miei dubbi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

ai suoi quesiti solo il collega Pescatori le potrà dare una risposta dettagliata e precisa noi possiamo solo rimandarla al lavoro da lui pubblicato nel nostro sito.:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=65980

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Ho già letto l'articolo c'è anche la foto di un prima e dopo dove un pene di lunghezza normale e circonferenza ridottissima quasi un dito allungato dopo l'operazione è completamente trasformato con una circonferenza notevolmente incrementata anche a livello del glande.Nella pagina del suo collega pescatori non è spiegato come viene effettuato l'intervento e quali rischi comporta.Per quanto ne so l'allargamento più frequente è tramite iniezione di grasso che però spesso modifica l'aspetto riducendo il pene a una sorta d'involtino di grasso con un glande sottodimensionato rispetto al fusto con rischio di deformità e la necessità di ripetere l'intervento più volte...
Non ultima l'inalterata capacità erettiva che sicuramente non migliora dato che la struttura che genera l'erezione rimane inalterata di fatto con l'iniezione di grasso l'aumento sarebbe solo statico.
Invece l'aumento generato dall'intervento del dottor pescatoti sembrebbe migliorare la capacità erettiva oltre che aumentare la circonferenza...
Se potessi avere una circonferenza di 15/16 cm con un'erezione molto migliore farei subito la firma...
Pescatori so che a volte risponde sul sito ma non saprei come rivolgergli direttamente la domanda quindi mi limito a scrivere sul sito sperando che lo legga e possa rispondere.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

il sito le dà la possibilità di avere una risposta più diretta da parte del collega, se la desidera, via e-mail o sito web.

Un cordiale saluto.