Utente 728XXX
Salve a tutti e grazie dell'impegno.
Sono un uomo di 26 anni.
Sto assumendo da circa 7 anni una terapia a base di Seroquel 300 mg die x via d'un disturbo schizoaffettivo.
All'inizio pensavo che il reflusso gastroesofageo fosse un problema congiunto degli effetti collaterali del Seroquel e del rimuginio.
Circa 4 anni fa ho subito una gastroscopia che ha dato come esito
Esofagite da reflusso con cardias incontinente ed Helycobacter +++
Dopo tale esito mi venne prescritta una terapia a base di più farmaci, d cui purtroppo nn ricordo il nome.
Passate alcune settimane dal termine di tale terapia ed il problema del reflusso si ripresentò.

Da alcuni mesi assumo dietro prescrizione del medico d base una terapia a base di Lucen 20 mg die che risolve perfettamente il problema del reflusso, e che tuttavia dopo qualche settimna mi porta a mangiare pochi morsi di cibo al giorno e negli ultimi 10 mesi ho perso circa 15 kg.
Ero in sovrappeso ora sono ad 83 kg, quindi non mi dispiace di aver perso quei kg.
Circa 1 mese dopo aver dovuto interrompere il Lucen, per il problema della scarsa fame, è ricomparso il reflusso gastroesofageo, in alcuni momenti mi sembra di avere una lama rovente nell'esofago.

Vorrei sapere come comportarmi.
Buona serata e grazie ancora per l'impegno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
La terapia con i farmaci che lei non ricorda probabilmente le era stata prescritta per l'eradicazione dell'Helicobacter Pilori. Quella invece con il Lucen riduce gli effetti del reflusso gastro-esofageo; e sembra dalle sue parole che in effetti, quando la assume, funziona egregiamente.
Ovviamente il cardias incontinente non si puo' curare: in certe situazioni si puo' trattare chirurgicamente, ma non quando la terapia di cui sopra funziona, come nel suo caso. A questo punto, visto che il Lucen le riduce cosi' tanto l'appetito, puo' valere la pena provare una terapia, sempre a base di un farmaco di questo tipo, ma che garantisca gli stessi effetti benefici senza che debba sopportarne quelli indesiderati: provi a parlarne con il Gastroenterologo che la segue e probabilmente le proporra' la soluzione piu' adatta al suo caso.
Cordiali saluti