Utente 104XXX
buona sera, vengo subito al dunque: ho avuto un intervento di sutura del sovraspinato in artroscopia, acromioplastica e inserimennto di un ancora in titanio il 25-03-09 che tecnicamente sembra sia andato bene; naturalmente fisioterapia. mi è rimasto però un fastidio che ogni tanto si presenta alla spalla e che risolvo facendo una sorta di rotazione della stessa. svolgo un lavoro di manutenzione, quindi fondamentalmente fisico, quello che vorrei sapere è se posso continuare a fare questo lavoro senza incappare in inconvenienti per la mia salute o se è "preferibile" che venga assegnato ad altre mansioni più leggere, quindi se ci sono delle normative o leggi che prevedono e danno direttive in materia.
spero di aver espresso bene il mio problema e intanto ringrazio quanti vogliano aiutarmi
[#1] dopo  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente, certamente puo' richiedere al medico competente della sua azienda, una visita per l'accertamento della sua idoneita' alla mansione, in considerazione degli esiti della sua lesione.
Sì, esiste l'obbligo per il datore di lavoro di esonerarla dalla mansione a rischio (dopo la visita del medico competente; chiaramente deve avere a disposizione tipologie di lavoro alternative ed adatte a lei (esempio: se il suo datore di lavoro ha necessita' di un ragioniere e lei lo e', puo' cambiarle mansione tranquillamente, ma se per es. il suo titolo di studio fosse diverso, diventa piu' problematico.
Ad ogni buon conto, ne parli tranquillamente con il medico competente della sua azienda.
Buona serata
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
gent.ma dott.sa la ringrazio per l'attenzione,mi scuso anche per il ritardo nella lettura della risposta. sì ho avuto due visite mediche da parte del medico competente dopo la ripresa di lavoro che, più che esprimere un giudizio, voleva sentir dire da me come stavo.in quanto competente ha preso i suoi appunti e mi ha fissato un ulteriore controllo a sei mesi. ho avuto un breve colloquio con il mio datore di lavoro che rincuorandomi si è espresso con un "ora vediamo".
sinceramente anch'io spero in bene.
grazie ancora