Utente 136XXX
Gentile Dottore,
da due mesi assumo Remeron 15 ml a causa di una fortissima insonnia. I risultati sono ottimi, ma da 10 giorni ho iniziato ad accusare frequenti extrasistoli (da una mia valutazione: un battito saltato ogni 5 o 6 regolari, oggi addirittura ogni 3. Ogni "crisi" dura circa un'ora e si ormai si ripete molte volte al giorno: insomma, la situazione è veramente sgradevole, nonchè angosciante. Tra l'altro: la "diagnosi" di extrasistoli è mia, spero non siano qualcosa di peggio!). Ho prenotato gli esami del caso, ma vorrei chiederLe:
QUESTO FENOMENO POTREBBE ESSERE PROVOCATO DAL REMERON?
Il foglietto illustrativo afferma che "praticamente non ha effetti sul sistema cardiovascolare", ma mi chiedevo se l'aumento dell'attività noradrenergica che esso provoca potrebbe causare qualcosa del genere, in soggetti particolarmente sensibili (spero di non aver fatto una domanda assurda: abbia pazienza, sono una matematica -preoccupata- non un medico...ma mi pare proprio che la noradrenalina influisca sulle contrazioni cardiache... le catecolamine non possono anche provocare fibrillazione?? Se ho scritto un ammasso di sciocchezze, Le chiedo ancora scusa!). Questa sera salterò la dose di Remeron, comunque, perchè non mi sento per niente tranquilla... Tanto più che pur essendo una persona molto emotiva non ho mai avuto fenomeni del genere: per questo sono portata ad a "sospettare" del Remeron! Soltanto, per essere precisi, mi era successo (ma in misura infinitamente minore) anni fa, mentre assumevo l'antistaminico Kestine (sbaglio o anche il Remeron è, oltre che un antidepressivo, un antistaminico?Comunque, anche in questo caso questo effetto collaterale non compariva sul foglietto illustrativo).
Grazie di cuore per l'attenzione e per il lavoro che sta facendo
M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la patologia aritmica da lei lamentata potrebbe essere causata in effetto dal remeron, anche se l'insonnia stessa è di per sè fattore favorente l'innalzamento della frequenza cardiaca.
Effettui anche un controllo della funzionalità tiroidea e ne parli al collega che l'ha in cura su una eventuale modifica farmacologica.
Il rischio di aritmie maggiori, tipo fibrillazione atriale, è in genere pressocchè nullo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta gentile e sollecita (e rassicurante)! sospenderò per qualche tempo il remeron (so che è un farmaco che andrebbe sospeso molto gradualmente, mna se potrebbe essere la causa di un disturbo così fastidioso non ho proprio nessuna voglia di prenderlo ancora!) e vedrò se le extrasistoli passano. Grazie ancora