Utente 136XXX
Salve!Sono una ragazza di 30 anni ed ho una relazione con un ragazzo di 31 anni.
Mi trovo in una situazione complicata....il mio lui non riesce ad eiaculare se non a seguito di masturbazione.Oltretutto ha problemi di erezione e non credo ne sia pienamente consapevole.Io dal canto mio sono comprensiva,non gli faccio pesare la cosa e cerco di minimizzare,senza contare che cerco di dargli rapporti soddisfacenti sperando in un miglioramento.Quando si parla di futuro e bambini è molto scoragiato ed in effetti lo sono anche io,anche se a lui ripeto che mal che vada ci sono inseminazione e adozione. La verità è che la cosa mi angoscia molto ma non so capire se ha un problema medico. So per certo che non ha mai eiaculato "dentro" a nessuna e che si masturbava parecchio fino a poco prima di conoscermi...io cerco anche quì di soddisfarlo sperando di essergli d'aiuto in senso psicologico,ma comincio a pensare che abbia un problema fisico.Lui si angoscia e si deprime facilmente, per cui vorrei poter capire cosa potrebbe essere e quale è il modo migliore di aiutarlo senza offenderlo o ferirlo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,in tal modo non lo sta aiutando ma,anzi,rischia di rovinarlo.Lo inviti,in prima istanza,ad eseguire uno spermiogramma,per poi consultare un esperto andrologo ed inquadrare il problema a 360 gradi.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio,chiaramente dovrò trovare il modo per dirgli questa cosa senza ferirlo...ma affronterò il problema con lui e lo inviterò ad andare da un andrologo.