Utente 297XXX
Volevo chiedervi un consulto per un problema che, da circa un mese, saltuariamente mi affligge. Ho 56 anni e soffro di fitte improvvise alla coscia destra, sulla parte esterna. Il dolore sembra interno ed è incontrollabile nel senso che né massaggi né altro lo alleviano. La cosa dura qualche secondo ma, se cammino, perdo la forza nella gamba e devo fermarmi. A luglio dell'anno scorso sono stato operato al menisco mediale destro (tramite meniscectomia) ma il ginocchio ha recuperato bene senza problemi. La frequenza di questo dolore è variabile, ci sono giornate che non mi accade mai, altre, come oggi, che capitano fequentemente, almeno 6 o 7 volte. Alla fine scompare da solo, come è venuto. Io faccio un lavoro di ufficio, quindi abbastanza sedentario, non faccio molta attività sportiva anche se qualche volta vado in palestra per tenermi un po in forma. Sapete dirmi a cosa può essere dovuto?
Grazie.
Maurizio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore
24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Una compressione della radice nervosa L2 o L3 si puo' manifestare con la sofferenza del nervo laterale del femore e alcuni disturbi possono essere anche dovuti dalla sofferenza di un muscolo lungo e piatto, che, dal bacino, raggiunge la tibia subito sotto il ginocchio: il tensore della fascia lata. Si tratta di un problema frequente. Può colpire a tutte le età, tanto i sedentari che gli sportivi, basta un errore posturale, un modo di camminare, di correre o di fare attività fisica squilibrato ,e il muscolo si infiamma. A volte il problema che ha generato la dolorosa sindrome può essere ricercato in un difetto di appoggio dei piedi o in ginocchia troppo curve. Tuttavia la prima e immediata terapia da adottare in caso di sindrome del tensore della fascia lata, è lo stretching.In ogni caso per fugare ogni dubbio e' consigliabile una RM del rachide lombosacrale.