Utente 136XXX
Buongiorno
vorrei chiedere un parere sulla possibilita di aver corso un rischio di contagio;
infatti ho avuto ad inzio settembre un rapporto protetto con una prostituta intervallato da un contatto pene-vagina non protetto.
Successivamente, tornato in me sono stato preso dal panico ed ho fatto test contro hiv ed epatite a 25gg e 45gg tutti negativi. (nel test d 25gg è stato anche fatto il test NAT-hiv1 con esito negativo).
Vorrei sapere se ho corso rischi e se i risultati possono esssere considerati definitivi.
In generale, ci sono pericoli di aver contratto malattie veneree e quali sarebbeo i primi sintomi?
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto prudenza, si faccia vedere da un collega o da un venereologo che i primi sintomi sono troppi per definirli in questo post, poi ripeta esami (epatite ed HIV) a 6 mesi dal contatto, quei risultai non sono definitivi. Per intanto protegga i rapporti
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Dottore la ringrazio per la risposta; vorrei puntualizzare, qualora dal mio intervento non si capisse bene, che il rapporto è stato protetto ma nella prima fase c'è stato qualche contatto esterno e superficiale (quindi senza penetrazione).
A distanza di 2 mesi ricordo anche poco cosa sia successo di preciso, ma di certo il contatto è stato appunto solo superficiale ed inoltre la ragazza era (mi passi il termine esplicito) poco eccitata.
La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
avevo ben capito, difficile ma possibile in queste circostanze un contagio. Seguia quanto detto.