Utente 424XXX
Gentili dottori, sono una donna con diabete di tipo 1 perfettamente controllato con microinfusore fino a luglio scorso (glicata 5.7). Nel controllo successivo (ottobre) la glicata è arrivata a 8.6, la media delle glicemie a digiuno è 127(la glicemia al risveglio non è mai inferiore a 140) e la media dei valori post prandiali è 170 (glicemia sempre superiore a 200 dopo pranzo).
L'alimentazione non è variata ad eccezione della colazione che spesso avviene al bar con caffe-latte e cornetto.
I boli ai pasti principali sono così ripartiti:
2.5 u colazione;
4 u pranzo;
3.5 u cena.
A questi valori si deve aggiungere una basale giornaliera di 4.8 u.
Conosco ed applico la conta dei carboidrati.
Rispetto a luglio è aumentato il mio impegno lavorativo, da 6 ad 8 ore più i tempi di spostamento e sono mamma di due bambine piccole. Purtroppo non riesco a fare attività sportiva.
Vorrei sapere se il peggioramento nella gestione del diabete può dipendere da questi motivi (colazione scorretta - stress lavorativo) o se può dipendere anche da altri fattori (se si quali?).
I miei dati sono:
età 44 anni;
diabetica da 4 anni in seguito a gravidanza;
altezza 160 cm;
peso 57 Kg

Vi ringrazio per l'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, sia la colazione non corretta, sia lo stress possono influenzare i suoi valori glicemici circadiani. Ma fondamentalmente, anche analizzando i valori glicemici, sia a digiuno che post-prandiali, ritengo che bisogna imputare il mancato compenso alla terapia incongrua. Correggerei i boli e anche la basale. Ne parli col suo diabetologo e vedrà che il suo profilo migliorerà.
Molto Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2007
Ho già provveduto a modificare la basale ed i boli, anche se di poco, in accordo con il diabetologo che mi segue. Ho ridotto anche le colazioni fuori casa. Per il momento non noto miglioramenti, soprattutto nelle misurazioni al risveglio, ma procedo con cautela per evitare crisi ipoglicemiche.
La prima volta che mi è stato diagnosticato il diabete mi hanno spiegato che la reazione dell'organismo alla dieta corretta ed all'insulina non è rapida perchè subentra una sorta di "intossicazione" da smaltire. Devo avere pazienza ed ottimismo, ma a volte non è semplice.

La ringrazio molto per i consigli. L'aggiornerò sui cambiamenti.

Distinti saluti