Utente 136XXX
Salve ,

Ho 37 anni ,da 5 anni ho degli episodi di melena,senza assumere farmaci.

gastroscopia e colonscopia negative

Endoscopia capsulare:ectasie venose e sanguinamento in atto del piccolo intestino a sede digiuno-ileale.

Arteriografia tripode celiaco:stenosi del tratto d'origine del tripode,riabitato da circoli collaterali.

Angio-Tac Addome:conferma del quadro addominale e riscontro di doppia vena cava inferiore fino ai piani passanti per l'arteria renale sn.

Inizio terapia con Sandostatina LAr 20Mg,una volta ogni 28 giorni.

Enteroscopia a doppio pallone per via orale:varici multiple dell'ileo,minuti punti rossi del digiuno prossimale.

Enteroscopia a doppio pallone per via anale:varici multiple dell'ileo e colon,ileite diffusa di grado lieve.

Flebografia vasi addominali:non apprezzabili significative alterazioni della dicotomia vascolare,
arteriosa e venosa,a livello delle anse intestinali,
sia di tenue e di colon senza evidenti areole di persistenza del mezzo di contrasto imputabili a lesioni venose.Si segnala lieve iperemia in alcune anse digiunali,dalle quali risulta precocemente iniettato il ritorno venoso.

Il chirurgo vascolare ritiene che non vi siano al momento indicazioni chirurgiche;e consiglia una Angio Tac ogni 2-3 anni per controllo.
Mi riferiscono di continuare con la Sandostatina (anche se ha funzionato solo 6 mesi) e ormai sono 2 anni che sto sottoponendo a questa terapia.

Non esistono altre terapie o indicazioni per questo problema?o devo continuamente sottormi a terapie con ferro e controlli con emocromi per tutta la vita ?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
il quesito che ci propone è di elevata complessità e probabilmente supera le possibilità di una valutazione a distanza.
Certamente la ricorrenza di episodi emorragici e lo stato di cronica anemia potrebbero far prendere in considerazione la soluzione chirurgica del problema (resezione intestinale) tantopiù che l'origine del ricorrente sanguinamento sembra sufficientemente accertata