Utente 298XXX
Buongiorno,

mi chiamo Alessandro, ho 30 anni e mi ritengo una persona felice e non stressata pur vivendo in una metropoli. Da circa 1 mese e mezzo frequento una ragazza che, dopo un pò di anni, mi interessa davvero sul lato sentimentale. Ma è proprio qui la cosa strana: durante i lunghi preliminari (sempre oltre a 1,30 h) ho delle perdite di liquido seminale, dopo le quali l'erezione tende a scomparire per cui non arrivo all'atto della penetrazione: anche nelle altre relazioni (non ho mai avuto una vita sessuale costante, spesso ho sostituto il sesso con l'affermazione di me stesso e dei miei hobby, ad esempio la corsa e il culto del fisico), quando si è presentato il fenomeno della perdita di liquido seminale, l'erezione è sempre rimasta o,talvolta, svanita e dopo poco tornata consentendomi un soddisfacente rapporto sessuale completo.
Non mi sono mai posto il problema se questa perdita fosse normale e da cosa dipendesse:ora, in virtù di questo disturbo erettivo,sento il bisogno di avere delle risposte. Nella mia ignoranza, sono sintomi di impotenza o futura eiaculazione precoce? Si può "curare?Soprattutto, come mai svanisce l'erezione in questa relazione?

Ringrazio anticipatamente per la vostra professionalità e disponibilità ad aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Alessandro,

quanto ci descrive in effetti non è del tutto chiaro. Alcune richieste di specificazioni:
-quelle che lei definisce perdite di liquido seminale hanno le stesse caratteristiche dello sperma (colore biancastro) o sono piuttosto emissioni di liquido trasparente, vischioso?
-queste perdite avvengono in concomitanza con le classiche contrrazioni muscolari involontarie dell'eiaculazione,oppure no?
-quando ha iniziato a notare queste perdite, che reazione emotiva ha avuto? E' rimasto indifferente/incuriosito, o si è subito preoccupato?

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dott Pescatori,

la ringrazio per la pronta risposta e mi scusa per la inadeguatezza delle informazioni fornite.

Rispondendo alle sue domande, credo sia più appropriato parlare di liquido trasparente vischioso perso durante i preliminari e a più riprese (qualche goccia + o - abbondante per 3 / 4 volte per la durata dei preliminari); nessuna conrazione muscolare involontaria accompagna queste perdite, che comunque mi hanno si incuriosito ma lasciato abbastanza indifferente nel momento in cui riuscivo ad avere un rapporto completo e soddisfatta la mia partner (che raggiungeva l'orgasmo).
Il problema è ora, per cui tendo a perdere l'erezione del pene nell'atto della penetrazione: non vorrei che l'interesse per questa donna e la paura di perderla se insoddisfatta mi causi questi effetti.

Grazie e un distinto saluto
Alessandro
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore allora non deve assolutamente allarmarsi in quanto è una situazione del tutto normale avere durante l'eccitazione preliminare ad un rapporto sessuale o anche semplicemente a contatto con una partner avere una emissione di liquido prostatico. Si tratta di secrezioni che non sono liquido seminale completo.
Ritengo piuttosto che lei debba ritrovare un po' di serenità maggiore dal punto di vista personale in modo tale da essere meno emotivo, vedrà che con maggiore serenità psicologica riuscirà anche a normalizzare le sue erezioni durante i rapporti con la sua partner.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
traspare da cio che scrive che vi sia una forte componente psicologica riguardo questa situazione. Come le ha giustamente accennato il Collega Masala le perdite che riferisce prendono l nome di secreto eccitatorio che viene prodotto da due piccole ghiandole accessorie della prostata: le ghiandole di Cowper. Per definizione in questo secreto non vi sono spermatozoi.
Valuti con un Andrologo e poi ancora meglio con un Sessuologo il problema della disfunzione erettiva.

Cordiali saluti