Utente 136XXX
Le cimici ematofaghe e le zecche oltre a succhiare il sangue, lo rigurgitano durante il pasto; sapendo che la quantità di sangue che succhiano è abbastanza "consistente" mi sono domandato se la quantità rigurgitata fosse sufficiente per infettare chi viene punto: ho letto che le cimici ematofaghe e le zecche non sono in grado di trasmettere l'hiv con la loro puntura e con il conseguente rigurgito, ma trasmettono l'epatite b,è vero? Possono trasmettere con il morso malattie come l'epatite C? O qualche altra malattia infettiva?

Sempre leggendo sul sito, ho letto che i virus sopravvivono molto a lungo all'interno di questi insetti (anche 14 giorni): se, durante la puntura schiacciassi l'insetto su una ferita aperta, consentendo al sangue contenuto in esso di penetrare nel mio circolo sanguigno, potrei infettarmi con malattie quali aids o epatiti varie (o qualsiasi altra, non saprei...)? Sempre ponendo la condizione che il sangue provenga da un individuo infetto e da un pasto non completato in precedenza.


Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
le zecche possono trasmettere alcune malattie da virus o batteri dette Zoonosi perchè sono malattie di animali che occasionalmente si trasmettono all'uomo.
Le infezioni da HIV, HBV ed HCV sono malattie a trasmissione esclusivamente umana e che affliggono solo l'uomo. I virus in questione non sopravvivono in altri organismi non umani.
Pertanto le zecche non possono trasmettere malattie da HIV , HBV ed HCV

Cordiali Saluti