Utente 133XXX
Salve, ho appena ritirato gli esami dello spermiogramma per una presunta prostatite. Leggo che tutti i parametri sono nella norma tranne uno: morfologia spermatozoi: forme normali 2, forme patologiche 98.
Aiutoooooooooooo! Che significa???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente significa che i suoi spermatozoi sono alterati è possibile che la cosa sia transitoria e dovuta alla prostatite
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
ma è possibile che non sia prostatite ma infezione o infiammazione ai testicoli dato che avevo un dolore ai testicoli che sta passando per fortuna?
Anche se nell'ecografia ai testicoli del 7 ott. non è emerso niente di niente...
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Documentandomi ho letto che la morfologia non è indice di infertilità certa e che per la maturazione degli spermatozoi occore un periodo di 3 mesi e che quindi possano risentire di eventi superati. Scusi la mia ignoranza ma all'eiaculazione non parte una nuova produzione di spermatozoi da zero??
Sono un po' apprensivo.
Grazie in anticipo della risposta.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

gli spermatozoi vengono eiaculati in numero elevato ogni giorno ma il loro ciclo di produzione dura circa 75-90 giorni quindi il problema è più complesso, come sembra essere più complicato il suo disturbo e la causa o le cause che lo determinano.

A questo punto bisogna sentire, senza perdere altro tempo prezioso, in diretta un esperto andrologo e con lui valutare quali passi fare per arrivare ad una corretta diagnosi e poi ad una mirata terapia.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su queste ed altre problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=110778

Un cordiale saluto.