Utente 137XXX
Dal 3 ottobre ho febbre persistente, i primi 10 giorni fino a 39,8, poi in ospedale dopo qualche giorno è sparita del tutto. Mi hanno dimesso con diagnosi steatosi epatica (ma cosa c'entra?), ma dopo meno di una settimana, e fino adesso, è ricomparsa. Ogni giorno ho febbre, che a volte arriva anche a 38 la sera. Ieri a 38,5.
Tutti gli esami che ho fatto in ospedale sono risultati negativi, inoltre non ho nessun altro sintomo oltre la febbre persistente.
Non so più cosa fare, il primario dell'ospedale vuole ricoverarmi ancora, e farmi fare tra gli altri esami un elettrocardiogramma esofageo, ma io il 28 devo necessariamente partire all'estero e non posso ricoverarmi per 2 settimane.
Cosa potrei avere? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, cercherei di risolvere prima il problema della febbre e poi partirei:all'estero tutto potrebbe essere più difficile.I dati da lei forniti sono scarsi, anche per cercare di darle una risposta soddisfacente.Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Devo partire perchè un mese fa è nata mia figlia in Brasile e non resisto più lontano e anche per mia moglie.
Che dati le servirebbero?
[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,capisco la premura, ma è bene eseguire almeno dei controlli: emocromo con formula leucocitaria,glicemia, azotemia, creatininemia,elettroliti sierici, VES, PCR, AST,ALT,LDH,CK,sideremia,transferrinemia e ferritinemia, fibrinogeno con PT e PTT ed un quadro proteico elettroforetico (QPE), es delle urine.Li mostri poi al suo medico curante.Cordiali saluti.