Utente 137XXX
Buongiorno,
Dopo anni di indecisioni mi sono rivolto ad un andrologo, in quanto avevo problemi a far scendere la pelle che ricopre il glande, col pene in erezione.
L'andrologo mi ha riscontrato una fimosi, consigliandomi una circoncisoine, e un varicocele di terzo grado per il quale mi consigliato l'operazione.
Fatti gli esami di routine (ecocolordoppler, spermiogramma e esami del sangue) l'andrologo mi ha consigliato di fare assolutamente un unico intervento per varicocele e circoncisione. Devo dire che il medico che mi ha fatto il doppler ha detto che l'operazione non è poi così necessaria.

in ogni caso, Credo mi sottoporrò all'intervento senza problemi. L'unico dubbio che ho è stato l'eccessivo, a mio dire, ottimismo dell'andrologo alle mie seguenti domande:
1. perderò sensibilità sul glande? Risposta; assolutamente NO, tutto come prima. (In rete ho trovato commenti ben diversi)
2. I tempi di recupero? R. 3 settimane in tutto (una a casa e 2 per riominciare a far sport)
3. Anestesia? R. parziale

Confermate queste previsioni?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
si confermo tali previsioni, e però vorrei aggiungere che andrebbe fatto anche uno spermiogramma prima dell'intervento
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dottore.
In realtà lo spermiogramma l'ho già fatto, con risultati pessimi.
L'operazione per il varicocele mi è stata consigliata non tanto per migliorare l'eventuale infertilità, ma per "salvare" il testicolo sinistro, afflitto da grave ipotrofia. Aggiungo anche che passando molto tempo in piedi o facendo sport, si fa sentire un certo fastidio al testicolo Sn.
Ultima cosa: fare entrambe le operazioni insieme non mi provocherà un disagio ecessivo?
Secondo lei è preferibile una circoncisione parziale o totale?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Faccia pure tranquillo. In verità è assodato e assodato parecchi che più lo spermiogramma è malmesso e più il testicolo è atrofico migliori sono i risultai dell' intervento in termini di recupero della produzione di spermatogenesi. Quanto alla circoncisone il sottoscritto è un vecchio chirurgo che cuce dove trove trova cute bene irrorara di sangue, e questo si vede dìsolo incidendo, pertanto non credo sia utile sbilanciarsi prima di intervento in totale o parziale.
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora, dottore.
Per quanto riguarda i tempi di recupero, secondo lei sono sufficienti 4-5 giorni a casa, e poi posso andare tranquillamente in ufficio?
Mi spiego meglio, secondo lei posso passare l'intera giornata seduto davanti al computer, dopo soli 4-5 giorni?
Posso viaggiare? O devo portarmi dietro creme, cremine e boccette per le medicazioni?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
$-5 giorni sono più che ok a naso. L' ultima parola spetta al collega che la opera.
[#6] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, ho preferito lasciar passare l'inverno e adesso sono in lista di attesa per la mia operazione di varicocele-circoncisione.
Nel corso degli ultimi mesi ho cercato di documentarmi più che potevo sulle operazioni che devo fare.
Una cosa che non mi è ancora totalmente chiara è quale tipo di circoncisione sarebbe preferibile. Dalle vostre risposte mi sembra chiaro che è quasi impossibile decidere a priori (o no?) in quanto solo al momento dell'operazione si vede quanto la cute è irrorata.
Però potreste, almeno a grandi linee, tracciarmi le principali difffrenze fra le due?
Intendo: una è meglio dell'altra? Ci sono tempi di recupero diversi? si perde più o meno sensibilità? Quale delle due da più disagio? A livello di rapporti sessuali, compresa la masturbazione, cambia qualcosa?
Vi ringrazio in anticipo
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non si documenti troppo e segua il suo chirurgo. Si taglia dove ciute è irrorata e stop, altre cose sono pleonastiche. Migliora il controllo eiaculatorio con circoncisone.
[#8] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dottore, anche se avrei preferito informazioni un po' più dettagliate.
Il fatto di documentarmi mi sembra il minimo, visto che dovrò subire due operazioni.
In ogni caso grazie ancora.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ne ha abbastanza di queste, vedrà.
[#10] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, finalmente mi sono operato e tutto è andato bene.
A qualche giorno dall'operazione ho solo un timore. la pelle del glande, ora completamente scoperto, si sta lentamente seccando
In particolare intorno al meato urinario la pelle è molto secca, sembra addirittura che ci siano delle crosticine. Le ultime due o tre volte che ho urinato il "getto" dell'urina, a causa della secchezza, era del tutto incontrollabile nel senso che prendeva le più svariate direzioni, credo a causa delle crosticine. é normale?
Grazie mille
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
magari è un po di siero che si rapprende, consiglierei d' accodroco col suo chgitìrurgo qualche pomata emolliente. A naso