Utente 137XXX
Buongiorno Dottore,
ho eseguito uno spermiogramma in data 2 Novembre 2009 (lo so che non era il giorno adatto !!!) alla clinica Humanitas di Rozzano (MI). Avendo saputo che ne servono almeno 2 ho prenotato il secondo spermiogramma al CDI di Milano per il 26 di Novembre prossimo. Il primo spermiogramma ha avuto esiti discreti, almeno credo. Numero spermatozoi per ml 39.000.000. Volume eiaculato 3.5 ml. Numero spermatozoi per eiaculato 136.500.000. Motilità progressiva rettilinea 2, motilità prigressiva lenta 30, motilità in situ 8. Morfologia: forme normali 3.
Totale spermatozoi motilità progressiva ml 12.480.000.
Totale spermatozoi motilità progressiva per aiaculato 43.680.000. Swelling test 70. Eosin test 70.
Volevo sapere se, il tempo trascorso tra il primo ed il secondo spermiogramma è corretto, e soprattutto se quasti centri di analisi sono all'altezza. Se così non fosse, gradirei avere un'indicazione di quale centro scegliere a Milano o zone limiterofe, e se sa consigliarmi un buon andrologo per la lettura degli esiti.
La ringrazio in anticipo e le auguro una buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
L' humanitas è ok, non conosco l' acronimo CDI. In ogni caso il suo spermiogramma ha alterazioni di motilità e morfologia. Le cause sono una dozzina e spesso sovrapposte. Quanto al fatto se sia discreto o meno, questo non posso dirlo, in quanto non conosco la ragione per cui lo ha eseguito (ricerca figli? infertilità di coppia? screening?) e se per fertilitilità, non conosco le condizoni della partner: età ecc.... .
Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

lei ha fatto un errore iniziale molto importante che non deve essere sottovalutato perchè, senza consultare preliminarmente un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana, si è praticamente autoprescritto gli esami e quindi a caso ha scelto lei le strutture che le sembravano quelle più mirate.

In presenza di queste problematiche generalmente la prassi corretta invece è quella di sentire prima il suo medico curante e poi a ruota consultare un esperto andrologo.

E' lui, in funzione della storia clinica che raccoglie e delle sue informazioni più precise sulle strutture sanitarie che operano sul territorio dove lei abita, che poi indica dove fare gli esami e le indagini diagnostiche del caso.

A questo punto comunque lei dispone già di una prima indagine quindi ora per la scelta dell'andrologo chieda un consiglio sempre al suo medico di fiducia ma anche il nostro sito la può orientare in questo senso.

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte.
Lo spermiogramma abbiamo deciso di farlo io e la mia partner perchè dopo una graidanza interrotasi subito (non si è formato l'embrione) con un raschiamento a Gennaio 2009, non abbiamo più avuto fortuna.
Mi sono consultato con il mio medico della mutua e anche lei mi ha consigliato uno spermiogramma.
Ovviamente ho fatto l'esame perchè cerchiamo dei figli.
L'acronimo CDI è il Centro Diagnostico Italiano di Via Saint Bon a Milano.
Io ho scritto a voi perchè il mio medico della mutua è un dermatologo e non mi ha saputo dare grandi consigli.
Riguardo alla dozzina di motivi per morfologia e motilità alterate, mi piacerebbe conoscere quali sono e la Vostra opinione in merito.
Grazie in anticipo.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

io sono meno ottimista del collega Cavallini e, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggersi anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Infine più notizie, sempre su questi temi, può ancora trovarle sul manuale, scritto sempre dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali Roma, oppure sul bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl Torino.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le caus ercome detto sono una dozzina, spesso sovrapposte., meglio affifìdarsi a brovo specialista.

dal vivo.