Utente 137XXX
A fine luglio ho partorito (secondo figlio) e subito dopo il parto ho cominciato ad avere problemi di pressione alta (170/110). ho fatto degli esami cardiologici e tutto é risultato negativo, una leggera aritmia. ho preso ALDOMET 250 per circa 3 mesi e poi la pressione si é ristabilita da sola. Ho smesso di prenderel 'aldomet 3 settimane fa. nel frattempo mi hanno diagnosticato 2 noduli freddi alla tiroide.Una settimana fa un endocrinologo mi ha prescritto una cura di LEVOTIROX 25mg (1 pastiglia al giorno). Da allora la mia pressione é scesa 110/68 e il mio battito é aumentato, é sempre sui 90 battiti/minuto.
il mio battito é preoccupante?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Il battito cardiaco normale ha un range tra 60 e 100 (bpm, battiti per minuto). E' automaticamente regolato dal Sistema Nervoso Autonomo, con le sue sezioni parasimpatica, o vagale (freno) e simpatica (acceleratore), L'equilibrio tra i due sistemi regola il battito cardiaco, che quindi, normalmemte, è intorno ai 70-75 bpm. Il suo battito è un pò aumentato. Ancora: l'ormone tiroideo che fa è veramente necessario? Ciò che invece, più del battito, deve richiamare la sua attenzione è l'ipertensione arteriosa, che, benchè comparsa in corso di gravidanza, potrebbe essere nel suo DNA, e la gravidanza potrebbe essere stato l'evento rivelatore. Ha casi di ipertensione arteriosa in ascendenti e/o collaterali? Infine, è da ricordare che in caso di sindrome ansioso-depressiva, la frequenza cardiaca è in genere aumentata. Se non è il suo caso ciò che scrivo servirà come informazione per altri.