Utente 289XXX
Gentili medici,spieghero' subito il mio problema:ho 32 anni e da ormai 2 mesi sento indolenzimento al collo,braccio,spalla,avambraccio scapola sinistri che spesso durano tutto il giorno a volte vanno e vengono e da un po di giorni avverto anche affaticamento (e' come se avessi difficolta' a respirare,tipo fiatone anche se non eccessivo).tutto cio si accentua con sforzi piccoli tipo fare le scale,ma quando faccio sforzi grossi(vado a correre due volte a settimana e mi alleno coi pesi 3 volte a settimana) non ho nessun problema.ho una intolleranza agli eccitanti tanto che se,ad esempio bevo un caffe' oltre a questi sintomi si aasocia una specie di tremore soprattutto agli arti.Da qualche tempo prendo lo xanax e noto che i sintomi si alleviano ma non scompaiono.Ho fatto ecg normale e da sforzo ecocardiografia color doppler e holter 24 ore esami del sangue(tiroide compresa) ma tutto normalissimo.Ora faccio fatica ad andare avanti cosi e voglio risolvere il problema,perche' ho paura di avere qualcosa di grave.le mie domande sono:e' possibile che vi siano problemi al cuore anche con gli esami a posto? potrebbe tutto cio' dipendere da un ernia iatale che mi riscontrarono 3 anni fa? oppure ho sentito che i calcoli alla colecisti possono dare gli stessi sintomi,che sia questo?solo ansia?in famiglia nessuno dei miei,nonni compresi ha problemi cardiaci...cosa devo fare? vi prego di aiutarmi perche' non ce la faccio piu!non fumo e non mi drogo. attendo una vostra risposta.Ringrazio per la vostra pazienza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
a parte lo xanax hai mai preso in considerazione l'ipotesi della psicoterapia?
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo dottor Miraglia,
dalla sua risposta deduco che il mio e' un problema di ansia.Sono stato sempre una persona razionale e riflessiva e ho sempre escluso quest'ipotesi,tuttavia so anche che la maggior parte delle persone che vanno da uno psicoterapeuta pensano di essere le ultime al mondo ad averne bisogno ed invece non e' cosi'.Provvedero' a curarmi nel modo da lei consigliatomi.
La ringrazio sentitamente.