Utente 118XXX
salve, sono una donna di 28 anni. da qualche mese si è accentuato un disturbo che è iniziato a comparire circa un anno e mezzo fa. Sono sempre stanca, al mattino ho difficoltà ad alzarmi dal letto, non per pigrizia, ma perchè spesso me ne manca la forza,e ultimamente si unisce un forte mal di testa già al risveglio. A
Durante la giornata, il disturbo s manifesta con dolorabilità a tutte le articolazioni,inoltre ho difficoltà a concentrarmi e a memorizzare, ed ho come dei capogiri, scrivo "come" perchè è una sensazione strana, in realtà non "gira la testa", ma è come una sensazione di vuoto, come se per un istante perdessi contatto con la realtà, con il pavimento, con le persone che ho intorno, in quell'isante non vedo nulla e perdo l'equilibrio. Il mio medico di base dice che è solo un po di stanchezza e mi ha prescritto degli integratori comuni, io però inizio a preoccuparmi anche perchè questi stati di malessere, per quanto passeggeri o subdoli stanno iniziando a compromettere la mia qualità di vita: porei fare degli esami per scongiurare patologie più serie e dar ragione al mio medico?
Premetto che non fumo, non bevo, non ho abitudini voluttuarie, ne ho recenemente subito particolari stress psicologici. Ho solo una forte miopia, che inizialmente avrebbe potuto giustificare il mal di testa, ma è stata di recente ricontrollata e corretta.
Qualche mese fa ho fatto pure, di mia iniziativa, un'ecografia del collo per indagare su dei nodulini che sentivo sotto le mani, ed effettivamente è risultato che i linfonodi erano tutti ingrossati,ma pare a causa di una carie (anche se in realtà la carie non è stata curata, ma i linfonodi adesso sono un po meno gonfi)
Grazie infinite

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Nada Bucat
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Cara Utente,

potrebbe essere utile fare due visite: una neurologica (spero le risponda qualche neurologo) ed altra dallo psicologo per escludere la sindrome di stanchezza cronica, depressione o attachi di panico. Dice che non ha subito particolari stress psicologici. Va bene. Ha avuto magari tanti cambiamenti (anche positivi)da gestire negli ultimi 6 mesi? Trasferimenti, cambiamenti di orario, miglioramento o peggiormaneto della situazione economica o sentimentale, perdita di persone care? Cos'è successo un anno e mezzo fa, nel momento in cui ha cominciato a sentire i sintomi?

A presto,
[#2] dopo  
Dr. Francesco Caccioppoli
24% attività
0% attualità
12% socialità
QUALIANO (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Utente sarebbe utile controllare i parametri per
anemia e reumatici se il suo Medico curante ritiene opportuno per escludere che tali disturbi siano dovuti non
soltanto a situazioni stressanti e se dovessero essere alterati e' utile un controllo Reumatologico. Saluti e auguri.