Utente 137XXX
buongiorno,

il 15 agosto scorso ho RICEVUTO una masturbazione da una ragazza di cui non conosco lo stato sierologico, ma che è solita praticare sesso anale.

il mio cruccio è che questa circa 24 ore prima si era procurata una ferita ad un dito.

mi chiedevo se può sussistere un rischio, anche teorico, di contagio hiv se quel suo graffio, NON visibilmente sanguinante, fosse venuto a contatto con il mio glande durante la masturbazione del pene. non saprei neanche dire se lei avesse usato per masturbarmi, la mano con quel graffio, oppure l'altra.

5 settimane dopo l'episodio ho avuto una influenza durata dieci giorni circa con spossatezza e mal di testa.

ho effettuato poi un test elisa dopo 75 giorni dal fatto: esito NEGATIVO.

secondo voi devo effettuare un ulteriore test definitivo a 100 giorni o, considerando non vi sia stato alcuno scambio consistente di fluidi portatori, posso stare tranquillo con il test a 75 giorni e dominare la mia ansia accantonando la vicenda?

circa che percentuale di attendibilità offre il test elisa a 75 giorni? essendo a 90 giorni attendibile al 99%??

grazie infinite per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

il suo non è stato un rapporto a rischio.

In ogni caso, ha fatto un test HIV a 75 giorni, che è risultato negativo.
Poteva anche non sottoporsi a queso test, se lo ha fatto solo per questa vicenda.
Non ha bisogno di fare altro.
Tranquillo.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
dottore, per precisione non era un graffio ma un taglio non sanguinante. spero sia equivalente la sua risposta.

la ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
non cambia niente.

Prego.
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
grazie infinite, ora sono un po' più tranquillo.

complimenti per il sito e per i vostri importanti consulti