Utente 137XXX
Salve a tutti, volevo richiedere un consulto. Sono convinto di soffrire di eiaculazioni precoci: con la precedente partner (un anno e mezzo di storia) i rapporti duravano molto poco, a volte appena effettuata la penetrazione eiaculavo. Ho avuto casi in cui eiaculavo addirittura senza stimolazioni fisiche, ma solo per una forte eccitazione: quest'ultima cosa succedeva le prime volte, in cui l'emozione era più elevata rispetto alle volte successive, in cui i preliminari erano ormai d'abitudine. D'altro canto però, arrivavo sempre molto velocemente ad eiaculare, sia nei preliminari che nel rapporto vero e proprio (abbiamo avuto rapporti per un anno).
Ho provato ad utilizzare dei preservativi ritardanti ma i risultati sono stati scadenti.
Inoltre ho notato che ho erezioni molto facilmente, anche solo baciando la mia attuale ragazza o in certi momenti di particolare emozione tanto per fare un esempio: ovviamente questa cosa mi imbarazza molto anche perchè è sempre successa.
Con l'attuale morosa non ho ancora avuto rapporti sessuali, solo qualche preliminare in cui però ancora una volta ho eiaculato senza stimolazioni.
Volevo sapere se esistono medicine che possano ritardare l'orgasmo: il mio problema (a quanto posso dire) non è solo il controllo dell'eiaculazione, ma proprio il fatto che lo stimolo ad eiaculare arriva molto presto, subito dopo la fase d'eccitazione. Non credo che alla maggior parte degli uomini questo accada. Non so se la facilità ad avere erezioni possa essere collegato a questo.
Concludo con qualche altro particolare, ad esempio che con l'erezione il glande rimane coperto, anche se riesco a scoprirlo manualmente (la manovra avviene in maniera abbastanza fluida, però devo farla a velocità normale, non bruscamente, perchè la pelle è davvero molto tesa e se lo facessi molto velocemente proverei dolore o perlomeno fastidio). Inoltre al mattino quando mi sveglio, non ho erezioni molto evidenti (direi che non ho proprio le famose "erezioni mattutine").

Vi ringrazio per il tempo messo a mia disposizione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

casi particolari e complessi come il suo necessitano sempre una attenta valutazione clinica diretta da parte di un esperto andrologo per capire prima la causa o le cause del suo problema principale e poi impostare le relative e, se possibili, mirate terapie.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, proverò a prenotare una visita da un andrologo allora.

L'articolo l'avevo già letto ed è stato lo stesso utile.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

comunque, fatta la valutazione andrologica, ci tenga aggiornati sulle conclusioni diagnostiche e sulle indicazioni terapeutiche che le saranno date.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Certamente, era già mia intenzione farlo.
Di questo problema se ne sente parlare poco secondo me, credo che tutto possa essere utile a trovarvi un rimedio.

Saluti e buona giornata.
[#5] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Chiedo scusa per il disturbo, però ero intenzionato a fare la visita a Padova, preferibilmente gratuita (sono studente all'università, non lavoratore). Volevo chiedere se poteva indicarmi un nominativo a cui rivolgermi per effettuare la visita, sempre che lo ritenga opportuno.

La ringrazio fin d'ora.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

per la scelta dell'andrologo chieda un consiglio al suo medico di fiducia, anche il nostro sito la può orientare ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.