Utente 137XXX
Salve, sono Federica e ho 27 anni.
Sono nata con una atresia della tricuspide curata tramite intervento di fontan a 5 anni e mezzo. Con gli anni il mio ventricolo destro è aumentato sensibilmente di misura raggiungendo i 9 cm circa. Ad oggi sto bene, i miei valori sono nella norma, assumo betabloccanti per aritmie e anticoagulanti ma oltre a questo non presento segni di scompenso nè altri sintomi allarmanti.
I miei cardiologi però vorrebbero operarmi per ridurre le dimensioni del ventricolo e la mia domanda è : è davvero necessario fare una cosa simile se riesco a condurre una vita normalissima senza grandi problemi? Un 'operazione di questo tipo sarebbe rischiosa? Che rischio c'è nel convivere con una ventricolo-megalia di questa portata?
Ringrazio sin d'ora chi vorrà rispondere.
Federica82

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,l'intervento viene proposto per migliorare le performance del cuore e evitare che il compenso cardiocircolatorio che ora ha possa perdersi e il suo cuore scompensarsi col tempo;l'intervento presenta i rischi operatori compatibili con un importante intervento al cuore,il cui peso è dettato dalle condizioni cliniche sue,eventuali altre patologie concomitanti e l'attuale performance cardiaca;si affidi agli specialisti che la seguono che le sapranno indicare i tempi e i modi più corretti per intervenire nella correzione e miglioramento del suo difetto cardiaco.
Cordiali saluti
dr.Annoni
www.questionidicuore.com