Utente 137XXX
Salve è circa un anno che ho dei fastidiosi pruriti al glande e una presenza di macchioline biancastre. All’inizio ho trascurato la cosa in modo sciocco pensando che si trattasse di qualcosa di passeggero. La settimana scorsa mi sono deciso di fare un controllo dal dermatologo, ho prenotato la visita e mi sono recato stamattina. Il dermatologo, dopo una visita accurata mi ha detto che si tratta di Lichen Scleroatrofico e mi ha dato 2 tipi di creme: Clobesol mattina e sera per 10 giorni, poi dopo 10 giorni devo cessare il Clobesol e usare DP Idrocrema mattina e sera per un mese. Passati questi 40 giorni di creme dovrò ripresentarmi da lui. Il dermatologo mi ha anche detto che nel caso di Lichen Scleroatrofico si esegue un intervento di circoncisione, ma per ora di attenermi a ciò che mi ha detto per poi vedere più avanti come procedere, anche se mi ha confermato che la circoncisione va fatta perché ho trascurato la cosa per troppo tempo.
Ora volevo chiederVi, mi consigliate di andare anche privatamente da un andrologo, o di seguire solo ciò che mi ha detto il dermatologo?
Saputo di cosa si tratta mi sono messo alla ricerca su internet. Il dermatologo ha detto che si tratta di una patologia molto comune, da non trascurare assolutamente, ma di cui non ci si deve preoccupare assolutamente perché è risolvibile. Ma da quanto ho letto su internet la cosa la vedo abbastanza seria. Ho letto che le manifestazioni del lichen scleroatrofico nascono per segnalarci che il livello di tossine, all'interno dell'organismo è a livelli preoccupanti e che risulta evidente quanto il Lichen Scleroatrofico, insieme ad altre malattie con componente psicosomatica, sia in relazione con l'infezione cronica da CANDIDA ALBICANS.
Su un sito ho letto che la candida si nutre solamente di carboidrati (zuccheri) semplici e quando ha bisogno di nutrirsi invia alcune tossine al cervello, in modo tale che l'individuo ne assuma una discreta quantità. Dopo circa un quarto d'ora, il suo pasto sarà completato, ed allora invierà altre tossine al cervello indicandogli che non ha più fame, e che non serve introdurre altro cibo. La persona in questione si troverà ad avvertire una sgradevole sensazione di gonfiore addominale (dovuta al metabolismo del fungo). In effetti molto spesso mi capita di avere dei gonfiori addominali, e ho notato che urino tante volte al giorno (circa 8-9 volte), ma ciò lo avevo associato al fatto che bevo tantissima acqua al giorno (circa 2-3 litri).
Scusate se mi sono dilungato troppo, ma leggendo su internet stanno spuntando fuori tutte cose collegate al mio caso e avrei davvero bisogno di delucidazioni in merito poiché in materia non sono molto esperto.
Vi ringrazio anticipatamente per il tempo che mi dedicherete
Saluti, Luigi

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
anzitutto il dermastologo è l'unico specialista di riferimento per il suo problema, ma sono attirato da una serie di cose che ha detto e, riferisce, riportate da siti internet. Anzi, più che attirato atterrito, visto ciò che ha detto, cghe è un coacervo di concetti che, da un punto di vista medico scientifico sono, quantomeno, risibili (per non piangere).
Non interpreti le mie parole in senso offensivo nei suoi confronti, perchè lei è semplicemente un paziente preoccupato per la propria salute, ma mi chiedo che siti siano. Se volesse essere così gentile da spedirmi i link, vorrei proprio vederci chiaro.
In realtà il Lichen scleroatrofico è un qualcosa di diverso da una malattia psico somatica per colpa della candida, ma è una vera e propria patologia cronica locale su base infiammatoria a compartecipazione immunitaria.
La circoncisione, poi, non è che la terapia dell'esito peggiore del LSA, cioè la fimosi serrata.
In realtà questa patologia, da un punto di vista pratico, porta ad un indurimento dei tessuti prepuziali che perdono la loro elasticità ed evolvono verso l'indurimento, cosicchè il prepuzio, anzichè essere elastico, tende a rompersi ogni volta che viene siollecitato, fino a formare una specie di anello attorno al glande, per cui intervento di fimosi.
Ma a tali punti bisogna assolutamente evitare di arrivarci, per cui vanno fatte le giuste terapie, date da un esperto dermatologo.
Questo è quanto. Spero che la prima parte del mio intervento non sia stata interpretata mele da lei perchè mi spiacerebbe, non avendo nè intenzione di sgridarla (ma di cosa?) nè di mancarle di rispetto.
Piyuttosto siamo a disposizione per ulteriori delucidazioni e perchè, se vuole, ci tenga aggiornati.
Se poi ha piacere e riesce, ci segnali pure i famosi siti.
Un caro saluto

Mocci
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dr.Mocci, prima di tutto la ringrazio per la sua risposta. Il sito che riporta tale affermazione lo può trovare al seguente link
http://www.psoriasi.org/candida.htm
Mi fa piacere sentirle dire che il Lichen Scleroatrofico non sia in relazione con la Candida. In questo caso volevo chiederle, seguendo la terapia che mi ha dato il dermatologo, riesco a risolvere la questione oppure è solo un modo per alleviare il prurito, il bruciore, ecc.?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Io credo che il tentativo del collega sia quello di risolverle i quadro, almeno spero!
Normalmente tutti noi facciamo approcci terapeutici diverrsi tra loro anche se si cerca di combattere l'infiammazione e di restituire elasticità alla mucosa.

Tanti saluti e... grazie per il link!

Mocci
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi ancora Dr. Mocci, ma nel mio caso specifico devo attenermi solo alla cura prescritta dal dermatologo presso il quale ho effettuato la visita?
Ovvero 2 tipi di creme: Clobesol mattina e sera per 10 giorni, poi dopo 10 giorni devo cessare il Clobesol e usare DP Idrocrema mattina e sera per un mese. Passati questi 40 giorni di creme dovrò ripresentarmi da lui
Oppure lei mi consiglia qualche altra cosa?
Mi scusi per le troppe domande, ma sa, sono sempre stato sanissimo e diciamo che questa cosa mi ha spiazzato un pò
[#5] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
scusate l'ulteriore messaggio ma avrei bisogno di una risposta per tranquillizzarmi un pò...
[#6] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
capisco il suo stato d'animo, ma, stante la situazione (io dietro un computer e il collega che invece l'ha visto) direi che non posso che consigliarle di seguire la terapia che le è stata consigliata.
Ci tenga, per favore, aggiornati sull'andamento della cosa.

Un caro saluto

Mocci
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

un lichen sclerosus non può essere certo svilito con consigli spiccioli e telematici di creme o altro: tale patologia deve invece essere seriamente considerata ed approcciata in modo selettivo, dal Venereologo:

Per coadiuvare la sua conoscenza su questo tema ed in complementarietà con quanto asserito dai miei bravi colleghi, mi permetto di inserirle il link ad un mio articolo su questa malattia presente nella sezione minforma di medicitalia.it

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=83413

carissimi saluti

Dott. LAINO, Roma
[#8] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora per la risposta dottori, e grazie dr. Laino per il link, il quale andrò subito a leggere. So che il Lichen scleroatrofico è qualcosa che non va trattato solo con creme, il dermatologo mi ha detto di seguire questa cura e poi tra 40 giorni vedere a che punto siamo e come proseguire. Mi ha anche detto che al 100% nell'arco massimo di 8-10 mesi dovrò sottopormi a un intervento di circoncisione.
Secondo Voi, proseguendo per 40 giorni con queste creme, che risultati otterrò? Mi trovo veramente a disagio vedendo che il mio pene ha perso tutta la sua elasticità della pelle, ed è davvero fastidioso purtroppo. Qualsiasi ulteriore consiglio è ben accetto, e Vi ringrazio anticipatamente