Utente 650XXX
SALVE,
volevo chiedere un piccolo consulto. Se viene somministrata quotidianamente della cardioaspirina in un soggetto sano, con nessuna patologia cardiovascolare, quali effetti potrebbero comparire?
Inoltre quali sono gli esami a cui sottoporre un paziante per verificare il manifestarsi di una forma di tia?
grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
gli effetti della cardioaspirina, in soggetti sia sani che cardiopatici, consistono nell'alterare l'aggregazione piastrinica, ciò si traduce come effetto diretto in un prolungamento del tempo di emorragia in caso di sanguinamento, mentre come effetti collaterali, quelli più seri sono rappresentati dalla gastrolesività e da emorragie interne.
Il TIA va diagnosticato da una visita neurologica e da una TAC cerebrale.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2014
grazie per la rapida risposta.
quindi una TIA può essere verificata anche da una risonanza magnetica celebrale?
[#3] dopo  


dal 2014
le spiego la mia situazione sono stata ricoverata perchè avvertivo un formicolio nella parte sinistra del volto, e da una visita neurologica era apparsa una mancanza d forza nella parte sinistra del mio corpo. Dagli esami effettuati è risultato un'iperomocisteina, inoltre sarei omozigote per mhtfr. Ho effettuato una risonanza magnetica celebrale e mi è stato detto che il risultato è negativo. Dopo alcuni giorni sono stata sottoposta ad un ecocuore dove sono apparsi principi d coaguli. Inoltre è emersa una positività agli ana granulare. La diagnosi finale è di TIA, la terapia prevede cardioaspirina da 100mg.