Utente 138XXX
gent.mi dott.
vi pongo un mio problema nella speranza di trovare consigli e aiuti positivi in quanto no sono riuscita fino ad oggi.
premetto che sono una mamma di 40 anni, peso circa 70kg. sono alta 1,60 e che fino ad oggi ho avuto sempre una pressione normale, anzi piu' bassa che normale ma da qualche mese, continui mal di testa con vomito e nausea mi hanno spinto a fare ulteriori accertamenti.
dalle analisi si sono rilevate renina alta sia clino che orto con pressione che oscillava tra 95-100/ 150/160. pertanto il medico di base ha ritenuto opportuno farmi assumere olmetec da 20 mg. inoltre assumo anghe omepranzen per il reflusso gastroesofageo.
da qualche giorno ho eseguito ecodoppler ai reni e vie renali in cui non e' apparso nulla, i reni funzionano bene, sono di proporzioni normali e non ci sono anomalie.
il farmaco olmetec, che sto assumendo, intanto mi ha ridotto la pressione, ma comunque ho sempre senso di pesantezza alla testa.
inoltre, volevo farvi presente che 5 anni fa mi hanno operato di colecisti con asportazione della stessa.
cosa mi consigliate di fare?
a chi devo rivolgermi ?
il farmaco che sto assumendo e' adatto al mio problema?
potrebbe essere stata la colecisti a provocarmi queste disfunzioni?
vi ringrazio anticipatamente delle vostre risposte che aspetto con anzia...grazie ancora

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, l'ipertensione arteriosa è una condizione estremamente diffusa e fortunatamente, al giorno d'oggi, esistono presidi farmaceutici che non solo intervengono sul problema, valori tensivi elevati, ma "lavorano" in direzione preventiva sulla salvaguardia degli organi. L'olmesartan, così si chiama il principio attivo del farmaco che sta assumendo, fa parte degli inibitori della angiotensina II, ed è un farmaco eccellente per il compito al quale è destinato.
I problemi pregressi di colecisti non hanno avuto alcuna influenza. Il mal di testa che ancora l'affligge potrebbe essere effetto del mancato adattamento ai valori tensivi normali. Nel senso che l'organismo necessita di qualche tempo per riadattarsi ad una condizione che non esisteva più: la normopressione. Tuttavia se il disturbo dovesse perdurare ancora a lungo sarà opportuno consultare uno specialista, che potrebbe essere un Internista o un Cardiologo, per la valutazione di un eventuale cambio di terapia o per il proseguimento dell'iter diagnostico.
Molto Cordialmente