Utente 138XXX
Ieri ho preso un duro colpo sul dorso della mano.
A fianco al livido ho notato la formazione di una pallina, dura al tatto e dolente.
Mi sono recata in ospedale : la radiografia ha escluso fratture . mi hanno bendato la mano che dovro' tenere in tali condizioni per 5 giorni.
Cosa puo' essere quella pallina? La botta presa puo' essere causa della sua formazione? E' risultata immediatamente molto dura, non sembra essere una ciste con liquido all'interno.
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' possibile che sia una cisti tendinea, se si muove consensualmente al movimento delle dita. Può essere che già ci fosse prima del trauma e che questo Le abbia dato l'occasione di accorgersene. Senza vederLa è difficile dirLe di più su questa pallina.
Quando rimuoverà il bendaggio può essere sparita, diminuita o ancora presente; nei due ultimi casi l'Ortopedico Le consiglierà eventuali accertamenti (ad es. un'ecografia). Comunque stia tranquilla
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dr.Donati,
grazie di cuore per la Sua cortese risposta.
Natalia
[#3] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dottore,
continuando ad avvertire dolore, mi sono recata nuovamente al Pronto Soccorso ove stavolta hanno formulato una diagnosi : esostosi alla base del 2° metacarpale (all'inserzione degli estensori breve e lungo del carpo).
Vorrei chiederle se tale escrescenza ossea puo' essersi effettivamente formata in seguito al trauma e se l'assunzione degli infiammatori che mi hanno prescritto per una settimana puo' risolvere il problema.
Sono molto preoccupata : il dolore non accenna a diminuire.
Grazie mille per la sua cortesia
[#4] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il trauma può determinare un risentimento del periostio con un ematoma sottostante (quello che in testa si chiama comunemente "bernoccolo"). L'esostosi è preesistente e forse si è resa evidente con la contusione. L'antinfiammatorio, come dice il nome, riduce l'infiammazione e di conseguenza il dolore, ma non elimina l'esostosi.
Può richiedere una visita specialistica presso un Chirurgo della Mano: a Milano c'è solo l'imbarazzo della scelta. Fra gli altri può rivolgersi al Centro di Chirurgia della Mano del Galeazzi, oppure all'UO Chirurgia della Mano del Centro Studi Mano di Sesto San Giovanni http://www.centrostudimano.it/HOME.html , oppure alla Chirurgia Plastica del Policlinico San Donato http://www.sandonato-gsd.it/specialita_dettaglio.php?sc_id=576&campo=sc_desc_clinica&ncampo=ATTIVITA%20CLINICA
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio di cuore per la Sua gentilezza, davvero.
5 giorni neanche sapevo cosa esostosi volesse dire.
Sono spaventata e mai avrei pensato che uno stupido urto, per quanto forte, contro la chiave di un armadio potesse causarmi tali ansie.
Avevo letto in Internet che l'esostosi (del carpo) puo' essere conseguenza di traumi o botte , percio' ho ritenuto di disturbarla nuovamente. Credo naturalmente a Lei. Grazie di cuore, Dr. Donati. La sua dedizione e' un bellissimo esempio per tanti medici che , anche a pagamento, non sono cosi' gentili come Lei.
[#6] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'esostosi è una precisa entità patologica. Un trauma può avere come conseguenza una ossificazione ma non a distanza di soli 5 giorni. Per questo presumo che potesse preesistere, ma senza vedere nè la mano nè le rx non posso affermare nulla con certezza. Del resto ha fatto una radiografia già il giorno stesso del trauma (o il giorno dopo). Se le proiezioni lo consentono si può fare un confronto con rx vecchie e nuove. Porti entrambe allo specialista
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Dottor Donati,
Lei e' una persona speciale : i suoi pazienti sono molto fortunati.
E' un vero peccato che Lei sia a Bologna.
Grazie di cuore, ancora una volta.
Cordiali saluti.