Utente 130XXX
Salve,

ho 33 anni e circa un mese e mezzo fa mi è stata diagnosticata una uretrite/prostatite causata da enterococcus faecalis. La diagnosi è stata effettuata mediante tampone uretrale previo massaggio prostatico. L'urologo che mi tiene in cura mi ha prescritto un primo ciclo di amplicillina (amplital) con posologia 3g/giorno per 5 giorni. La cura ha alleviato i sintomi di parecchio ma sono risultato ancora positivo al successivo tampone di controllo. Al che, il dottore mi ha prescritto un altro ciclo di amplital con posologia 3g/giorno per 12 giorni. Al momento sono all'ottavo giorno di terapia ed ho l'impressione che i sintomi non si attenuino (continuo a sentire fastidio all'uretra) come invece era successo nel primo ciclo e da un paio di giorni ho un fastidio alla parte esterna dell'ano, una ipersensibilizzazione, simile a bruciore, a tratti anche dolore. Non ho problemi intestinali e sto integrando la mia dieta con dei fermenti lattici. Mi è stato impossibile sia contattare l'urologo che andare dal mio medico di base. Vorrei sapere se questo fastidio potrebbe essere causato dagli antibiotici o se invece è segno che la terapia non sta funzionando o se il tutto fa parte di un normale decorso. Sul foglietto illustrativo dell'amplital non c'è nessun riferimento a questo genere di disturbi.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,e' difficile,da questa postazione mediatica,interpretare la sintomatologia clinica che riferisce in sede perianale.Non mi allarmerei ed aspetterei il termine della terapia per valutare li esiti ed aggiornare il quadro clinico/diagnostico.Cordialita'.