Utente 137XXX
buona sera ho 35 anni non ho mai avuto malattie particolari ma il disturbo che piu mi perseguita da sempre e' la tachicardia,soprattutto dopo i pasti.ho fatto lhoolter delle 24 ore e dal referto e' risultato battiti extrasistoli,battitti prematuri.il mio medico mi dice che al cuore non ce' nulla xro' io soprattutto alla sera dopo mangiato quando vado a letto inizia questa forte tachicardia a volte mi sembra che il cuore mi si capovolge.delle volte mi capita di bere o mangiare delle cose e la tachicardia comincia a tutto spiano sono alta 1,69 e peso 71 kg ma anche qualche anno fa quando avevo 8 kl in meno il problema c'era ugualmente ho smesso di fumare gia' da 1 anno ma a quanto pare il problema non era neanche quello a cosa sara' legato allora?delle volte quando la tachicardia e' troppo forte mi viene il dolore al petto fino alla gola e il mal di testa essendo che a breve verro' sottoposta ad 1 intervento di emilectomia questa tachicardia mi preoccupa cosa succedera' durante l'intervento? l'anestesia totale con questa tachicardia potra' avere delle conseguenze?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Cara amica di Varese, non si capisce bene cosa è risultato dall'Holter ECG fatto. Tachicardia e anche aritmia? I battiti normali sono in genere tra 60 e 100 per minuto: naturalmente la verità sta nel mezzo. Ritengo la sua tachicardia perfettamente dominabile con i farmaci giusti, e, nel caso di intervento chirurgico, l'anestesista saprà come fare, ma il problema rimane, come al solito, la diagnosi di origine. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
dallholter sembra i tratti di una tachicardia nella norma,ma non capisco perche' sempre dopo i pasti potrebbe essere un problema legato alla digestione visto che soffro di gastrite cronica?
[#3] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Possibile, ma lei non risponde alla mia domanda. Ha solo una tachicardia, o anche una aritmia? Per aritmia si intende presenza di extrasistoli atriali o ventricolari.
[#4] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Possibile, ma lei non risponde alla mia domanda. Ha solo una tachicardia, o anche una aritmia? Per aritmia si intende presenza di extrasistoli atriali o ventricolari.
[#5] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
questo e' quanto riportato dall'esito anche se ricordo che in quelle 24 ore ricordo di non aver avuto quella forte tachicardia od extrasistoli che mi viene da sempre.il referto e',ritmo sinusale con normale escursione circadiana della frequenza cardiaca.non pause patologiche.non modificazioni significative di st-t.sporadiche extrasistoli ventricolari isolate. altre volte quando mi capitava sono stata al p.s.e mi dicevano che avevo i battiti prematuri cosa sarebbero questi battiti prematuri?sono pericolosi?
[#6] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Allora, vediamo di esserle utile. I battiti prematuri sono extrasistoli (contrazioni fuori della norma). In genere non sono pericolosi, ma se si tratta di extrasistoli ventricolari con carattere di prematurità accentuata, allora il discorso cambia. Cosa significa? Vuol dire che il battito extrasistolico è sempre prematuro, cioè avviene sempre prima di dove ci aspetteremmo il battito normale. Segue poi una pausa compenzatoria e quindi il ritmo riprende la sua cadenza regolare. Impossibile dirle come sono i suoi eventi, perchè non vedo il tracciato ECG. Ma sono portato a pensare che trattandosi di "extrasistoli ventricolari sporadiche", e cioè una ogni tanto, non dovebbero proprio essere pericolose. Una visita cardiologica potrà servire.