Utente 110XXX
Salve,forse si metterà a ridere per quello che sto per chiederle e forse cestinerà la mail, ma ho bisogno di chiedere lo stesso. Ho 27 anni,i primi di agosto del 2009 ho baciato in una occasione, in modo profondo ed intenso, una ragazza di cui non conosco assolutamente nulla, non credo di aver avuto alcun tipo di abrasione o ferita di alcun genere sulle mucose orali o sulle gengive e non c'è stato nessun altro contatto oltre a questo bacio. Ad ogni modo io spesso penso a quell'episodio e ho paura di aver rischiato, anche minimamente ma comunque di aver rischiato. Spesso ho la gola arrossata e i linfonodi sul collo leggermente gonfi. Non so se cio' è riconducibile ad un possibile contagio da Hiv ma io sono preoccupato, non so con chi parlarne e non so se è il caso di effettuare un test e quindi sarei costretto a parlarne con il medico. La ringrazio, anche se non dovesse rispondermi.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Non si preoccupi, ogni domanda è legittima e vale sempre la pena ripetere i concetti della prevenzione.

Il contagio da HIV è altissimo nei rapporti sessuali non protetti a rischio, in ordine di gravità di rischio: anali, vaginali.
Di rischio più basso ma sempre presente i rapporti orogenitali, soprattutto in chi fa la parte attiva.

Il bacio non è a rischio o è a rischio assai basso e poco significativo; la saliva contiene una scarsa carica virale, a meno che non sia contaminata da sangue da ferite della bocca.
Gola arrossata e linfonodi non sono in correlazione con l'HIV, il cui contagio è asintomatico e tale può restare per lunghissimo tempo.

Altro discorso è fare il test HIV; se non lo ha mai fatto o se in passato ha avuto rapporti dubbi, il test viene consigliato, più che altro per accertarsi almeno una volta di una sieronegatività.

Cordiali saluti.

[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto per la sua cortese risposta. A titolo puramente informativo le dico che non ho mai avuto rapporti sessuali a rischio da questo punto di vista.La mia preoccupazione è dovuta solo ed esclusivamente da quell'evento di cui le ho parlato. Ora non riesco a capire se lei sta velatamente proponendomi di fare il test per eventuali e non avvenuti rapporti a rischio del passato, oppure perchè crede, come me d'altronde, che anche un bacio profondo possa comportare dei rischi,seppur minimi ma comunque tali. Le chiedo di essere esplicito e di dirmi se secondo lei dovrei fare il test anche se questo bacio è stata l'unica occasione "di rischio" della mia vita. La ringrzio.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Se "questo bacio" è stata l'unico occasione a rischio
non deve sottoporsi al test.

La mia raccomandazione era di tipo generale; se in passato si sono avuti dei rapporti sessuali a rischio, anche se non sono mai comparsi sintomi della malattia, è raccomandata fare il test HIV.
Infatti, il 25% arriva al riscontro di sieropositività quando la malattia AIDS è già in atto.

Oggi mi è stato pubblicato sul sito il Minforma
La storia dell'AIDS

vada a darle un'occhiata.

Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Ho capito. Bene, adesso sono più tranquillo. Le faccio i miei complimenti per il servizio che gentilmente offre, è molto cordiale. La ringrazio molto. Arrivederla.