Utente 138XXX
Gentile Dottore,
da diverso tempo soffro di dermatite seborroica. Pertanto sono anni che uso la mattina, ma da un po' di tempo sia mattina che sera, delle creme idratanti e/o emolienti e/o al burro' di karitè per tenere sotto controllo l'infiamamzione senza utilizzare pomate piu' "pesanti" come cortisone (al max utilizzo per una settimana una crema antifungina con buoni risultati).
Tutte creme a suo tempo prescritte da vari dermatologi, i quali mi dissero che potevo usarne quante volte volevo e per tutto il tempo che ritenevo necessario,anche per tutta la vita essendo creme "leggere".
Da un paio di anni pero' ho notato una leggera ipocromia sul viso, una parte piu' bianca del resto della pelle che risulta abbronzata, e che corrisponde grosso modo alle zone dove metto la crema.
E' possibile che con il passare degli anni, con il costante uso di creme e con l'esposizione al sole (intendo in città, perchè se posso evito di mettere creme quando vado al mare) abbia ottenuto questo sgradevole effetto di macchia poco pigmentata?Che abbia filtrato i raggi solari? In quanto tempo(mesi,anni) la pelle si rigenera completamente?
Altrimenti a suo parere cos'altro potrebbe essere?
La ringrazio in anticipo per la Sua disponibilità, Cordiali Saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente

Si è possibile che una terapia incongrua o protratta per troppo tempo possa cagionare qualche danno alla cute; forse più che utilizzare per lungo tempo terapie dermatologiche senza controllo avrebbe dovuto chiedere al dermatologo stesso, ma comprendiamo che questa è una situazione che spessissimo accade.

La cosa migliore da fare ovviamente è chiarire la diagnosi: solo dopo si può paralre di terapia adeguata;

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Laino,
innanzitutto la ringrazio per la risposta immediata.
Come avevo già indicato, sono SEMPRE stato seguito da dermatologi, scegliendo soprattutto ospedali specializzati e cmq scegliendo nei limiti del possibile tra dermatologi di riconosciuta esperienza.
Il problema è proprio questo: non avendo un dermatologo in famiglia a cui rivolgermi per ogni mio piccolo dubbio giornaliero, dovrei fissare visite ogni mese che, capisce bene, diventerebbe un problema soprattutto dal punto di vista economico, dato che mi sono state sempre prescritte creme/pomate diverse...pertanto eseguo sempre l'ultima terapia che mi viene prescritta anche se a distanza di anni.
Avendo sempre avuto il consigli da TUTTI di idratarmi costantemente con una buona crema idratante/emolliente per tenere sotto controllo la mia dermatite, ho dato per scontato che se ci fossero stati dei tempi da rispettare o delle controindicazioni, legate ad una possibile ipocromia, lo avrebbero dovuto dire, non trova?
Mi chiedo: se è vero tutto cio' allora chiunque si metta una crema idratante la mattina (penso alle donne che curano giustamente il loro viso) sarebbero, nel tempo, a rischio di una leggera discromia al viso?
Del resto Lei mi parla di terapie senza controllo quando purtroppo è vero esattamente il contrario...
Distinti saluti, grazie ancora per la Sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Purtroppo dalla sede telematica si debbono interpretare i soli dati degli utenti:

anche un idratante può causare problemi. Ma con questo non possiamo dire che sia il suo problema, né che sia possibile ipotizzare la diagnosi che ci chiede, in virtù di quadri che necessitano la visita dermatologica e che possono spaziare attorno a tante diangosi dissimili.

cari saluti e ci spiace che non possiamo aiutarla di più.