Utente 124XXX
Anche se è un tema gia largamente trattata (e di cui ho dato una rapida lettura) ho ritenuto opportuno cheidere un parere.

Premetto che soffro di questo disturdo da sempre, sia con la masturbazione ed anche nei rapporti. Ho effettuato una visita andrologica ove, una volta accertato che non ho problemi al frenulo ed al prepuzio, mi ha prescritto daparox (5 gocce 5 ore prima del rapporto).

Mi sono sorti dei dubbi al riguardo perchè attraverso una breve ricerca su internet ho colto che si tratta di un antidepressivo. Ecco perchè vorrei avere alcune informazioni al riguardo e se vi risulta che venga utilizzato anche nei trattamenti dell'eiaculazione precoce.

Grazie in anticipo per chi sarà disposto a darmi delle delucidazioni al riguardo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
si gli anti depressivi sono utilizzati nell ep si sfrutta il un loro effetto collaterale che è quello di ritardare l eiaculazione
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposte. Però mi sorge un dubbio, essendo una persona gia particolarmente chiusa e poco reattiva, con uso di antidepressivi, non si va incontro ad un ulteriore chiusura della propria personalità proprio perchè "addomesticata" (passatemi il termine) dall'effetto calmante dato dal farmaco (che in origine serve proprio per questo scopo)?
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
il dosaggio che le è stato dato non dovrebbe avere effetti "antidepressivi"
[#4] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egr.lettore,
l'E.P.e' una frequente causa di visita andrologica;non va' banalizzata perche' puo' danneggiare la vita di coppia,a tutte le eta'.Lei e' giovane e sicuramente con il tempo ed un rapporto fisso la situazione migliorera' ma oltre alla terapia medica sono convinto dell'utilita' di tecniche sessuologiche,da fare in coppia,per migliorare l'autocontrollo,indipendentemente dai farmaci.Ne parli con un 'Andrologo.
[#5] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per i consigli.
Riguardo all'aspetto delle tecniche sessuologiche, preciso che non sarebbe praticabile visto che attualmente ho solo rapporti occasionali. Il punto è che mi sono preoccupato di questo aspetto per cercare d mitigarlo se non risolverlo del tutto preventivamente, per evitare di affrontarlo durante un'eventuale relazione.