Utente 138XXX
Da quattro anni soffro di astenie legate a piccoli sforzi, accompagnate da taticardie. Naturalmente ha fatto tutte le visite e analisi ripetuti nel tempo, ma non risulta niente, compreso una terapia con uno psichiatra.
Gli EGC ecodopplercardiaci sono sempre risultati ottimi, i test ergometrici da sforzo negativi, le visite e test pneomologici negative, analisi urine e del sangue sempre a posto, tiroide compresa.Ho ricominciato a fare sport, ma spesso dopo 15 minuti vengo assalito da una pesante astenia, con vertigini e battiti cardiaci che stentano a rientrare nella norma, di solito con una tavoletta di cioccolato mi ristabilivo, ma ieri la cosa si è fatta seria, non riuscivo a riprendermi tanto che sono tornato a casa a stento e all'indomani continuando ad accusare astenia e palpitazioni improvvise mi sono recato al pronto soccorso.Tutto è risultato normale(anche se non capisco perchè mi è stato evidenziato un valore della troponina a <0,010 quando è nella norma). Voerrei sapere a quale specialista mi dovrei rivolgere per risolvere il problema, e se il problema può essere legato agli zuccheri visto che nessuno mi ha mai posto questa questione, visto che negli esami normali li ho a mg/dl 101. E perhè durante tutte le prove da sforzo, peraltro non assistite da contemporanei monitoraggi pneumologici, la pressione al termine dello sforzo aveva un calo improvviso e repentino.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Caro amico di Firenze, certamente il problema va chiarito. E' possibile che possa esserci anche un alterato metabolismo del glucosio, (una emoglobina glicata e uno studio sull'insulina prodotta mi sembrano utili) ma occorre essere certi che non ci siano problemi legati all'apparato cardiovascolare. Non vedo importante il problema troponina e nemmeno quello polmonare. pertanto una visita cardiologica mi pare da programmare. Cordiali saluti.