Utente 138XXX
Buongiorno, il consulto che chiedo è per mio fratello che oggi ha 25 anni.
Circa 4 anni fa, cadendo dalla moto, ha subito una frattura dello scafoide della mano dx. Ha tenuto il gesso per circa un mese ma all'epoca nessuno gli aveva spiegato cosa fare in seguito. Ha sempre avvertito fastidio ma si pensava fosse il normale decorso post traumatico. Ora, a distanza di anni la situazione è peggiorata, il fastidio è diventato dolore limitandolo in alcuni movimenti. Inoltre, muovendo la mano facendola oscillare da destra a sinistra, si sente un rumore come se qualcosa scricchiolasse. Immagino dovremmo consultare un chirurgo della mano per approfondire e valutare il da farsi. Nella zona di Bari a chi potremmo rivolgerci? Quale tecnica chirurgica oggi promette bene e limita al minimo i disagi post operatori? Esistono effettive possibilità di recupero? Un fisiatra ha consigliato di fare un RX. E' sufficiente o è meglio fare una Tac, una RM o un'ecografia? Non so. Lo stesso fisiatra ha parlato poi di infiltrazioni di acido ialuronico. Può servire?
Ringrazio anticipatamente chiunque voglia rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prima di pensare all'acido ialuronico bisogna capire l'origine dei disturbi di Suo fratello, soprattutto se si tratta di una pseudoartrosi della scafoide (mancata riparazione della frattura) o se il problema è di altro tipo. Lo stesso vale per la domanda sulla tecnica chirurgica: prima si fa la diagnosi poi si decide la cura: se questa è chirurgica si decide cosa fare e per ottenere cosa.
In genere il primo passo è la radiografia del polso, ma gli accertamenti li decide lo specialista dopo la visita.
A Bari può rivolgersi alla Clinica di Chirurgia Plastica di Bari oppure all'Ortopedia del Miulli, oppure all'UO di Ortopedia dell'Umberto I http://www.asl.bari.it/UnitaOperativa.aspx?Organizzazione=488
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la celerità della risposta.
Ma di quale altro tipo potrebbe essere la natura del problema?
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Molte patologie possono colpire le articolazioni del polso, sia a livello osteo-cartilagineo sia a carico dei rapporti fra le piccole ossa del carpo. Solo la visita e gli accertamenti seguenti potranno chiarire la cosa
Ci faccia saperà cosa avrà detto lo specialista dopo la visita
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
E' STATA FATTA UNA RADIOGRAFIA IL CUI ESITO è IL SEGUENTE: ESITI FRATTURA DELLO SCAFOIDE CON RIMA DI FRATTURA ANCORA EVIDENZIABILE.CONSULTEREMO DI SICURO UNO SPECIALISTA.
MA CI SONO EFFETTIVE POSSIBILITà DI RECUPERO?
GRAZIE
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dopo quasi tre mesi la rx ha confermato il sospetto di pseudoartrosi dello scafoide.
La pseudoartrosi si cura con un intervento chirurgico. Torni dal Chirurgo della mano e gli mostri le rx per decidere i passi successivi. Sarà lui a decidere se occorra un intervento e di che tipo. Chieda a lui anche per cure possibili, tempi di convalescenza, durata tipo e modi della riabilitazione, tempi di ripresa, attività e sport possibili e da evitare, ecc.
Cordiali saluti