Utente 130XXX
buongiorno, sposata da circa un ano e mezzo e da circa 7 mesi siamo alla ricerca di un bimbo. la ginecolaga ha fatto fare degli esami a mio marito. il primo spermiogramma fatto a settembre era abbastanza normale aveva solo la motilità lievemente bassa, e un numero di spermatozoi normali (70%) un po' altino (abnormi 30%). quini per questo motivo ci fa ripetere l'esame a novembre lo spermiogramma è tutto diverso, di seguito riporto i dati:

coagulazione: presente
liquefazione a 30': completa
colore: opalescente
filanza (mm): 0
viscosità: normale
volume(ml): 4
ph : 8,6
CONTEGGIO DEGLI ELEMENTI CELLULARI
spermatozoi: 98.000.000/ml
cellule rotonde: 3.000.000/ml
leucociti: 2.000.000 /ml

ESAME A FRESCO: VARIAZIONE DELLA MOTILITA' NEL TEMPO A 37°

motilità rapidamente progressiva (tipo A): dopo 1 ora 20% dopo 2 ore 22% dopo 3 ore 16%
motilità debolmente progressiva (tipo B): dopo 1 ora 26% dopo 2 ore 24% dopo 3 ore 20%
motilità in situ e nn progressiva (tipo C): dopo 1 ora 18% dopo 2 ore 16% dopo 3 ore 20%
spermatozoi immobili (tpo D): dopo 1 ora 36% dopo2 ore 38% dopo 3 ore 44%

ESAME MORFOLGICO SU STRISCIO COLORATO
spermatozoi normali 44%
spermatozoiabnormi 56%

TEST DI VITALITA' (EOSIN TEST)DOPO 2 ORE
spermatozoi vitali 80%
spematozoi non vitai 20%

TEST DI PERMEABILITA'(SWELLING -TEST)
spermatozoi rigonfi 48%

CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE
astenozoospermia lieve - lieve flogosi

in seguito a questo spermiogramma ha fatto altri esami (chlamydia trachomatis dna che è risulatata negativa, mycoplasma hominis negativo e ureaplasma urealticum negativo).
la dottoressa a questo punto ci aveva detto che bastava un antibiotico che aiutasse anche la motilità. oggi sono ritornata dalla dottoresa che avrebbe dovuto darmi la cura e invece mi sta mandando da un andrologo di sua conoscenza. la mia domanda è: mio marito sta bene? davvero esiste un antibiotico che aiuta a migliorare la motilità? e se ha un infezione nn dovrei fare una cura anche io per evitare che questa infezione ritorni? le infezione causano sterilità? ed è davvero necessario andare dall'andrologo a spendere ancora altri soldi solo per farsi prescrivere un antibiotico? spero in una vostra chiara e sincera risposta perchè confesso che credo che la ginecologa (che 1 volta a settimana collabora nello stesso studio dell'andrologo dove ci sta mandando)ci stia solo prendendo un po' in giro o quanto meno stia facendo in modo di farci uscire + soldi del necessario. cosa dobbiamo fare?grzie in anticipo della vostra gentilezza!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,

mi sembra che da un punto di vista teorico, ma anche pratico, l'indicazione datale dalla ginecologa sia corretta e da seguire ma se lei ritiene che la situazione generale della struttura a cui si è rivolta ha le caratteristiche da lei accennate, il cambiarla non credo sia un grosso problema, soprattutto nella città in cui lei vive.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per il suo consiglio ma da un punto di vista medico volevo sapere qualcosa di più sulla situazione di mio marito. nello specifico ho ancora dei dubbi su tutte le domande che avevo scritto sopra. lei mi dice che la ginecologa mi ha dato l'indicazione giusta; ma quando, la prima volta che mi stava per dare l'antibiotico solo per mio marito, o la seconda volta quando mi ha detto di andare dall'andrologo?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

naturalmente l'indicazione corretta per un uomo è quello di affrontare i suoi problemi specifici con il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto