Utente 303XXX
Gentili dottori;
sono un ragazzo di 25 anni e dopo un mese circa di dolore al testicolo sinistro mi sono recato dal mio urologo di fiducia che mi ha diagnosticato un epididite dovuta, secondo lui, all'utilizzazione di bagni pubblici.Mi ha prescritto tavanic 500 un cp al gg e aulin 2 bustine al gg per una settimana.Finita la cura il dolore è regredito, trasformandosi in un fastdio che ormai va avanti da circa 2 mesi e non vuole smettere.
Ho incontrato pure difficoltà nei rapporti sessuali che prima non avevo ,non riuscendo a mantenere l'erezione
Premetto che mi sono operato di varicocele sempre sul lato sinistro qualche anno fa senza nessuna complicazioni
E' normale che questa infiammazione duri così tanto?E' giusta la cura che mi è stata data?
Vi ringrazio anticipatamente, i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
a volte le infiammazioni dell'epidididmo (epididimite) richiedono
più tempo a guarire rispetto ad altri tipi di infiammazioni ed
una sintomatologia minima (piccoli dolori, parestesie etc.)
può persistere per diverso tempo. Quindi non si preoccupi oltre misura!
E' però necessario che Lei ritorni dal suo urologo perchè questi
possa verificare che i segni clinici e/o strumentali dell'infiammazione siano regrediti o scomparsi. Potrebbe infatti
essere utile effettuare ancora della terapia con farmaci
antiinfiammatori o antibiotici.
Cordiali saluti
Il mio